Postepay: Attenti alla Truffa

// Diritto Penale  
# TruffeOnline   # PostePay  

Le truffe on line sono all' ordine del giorno. Cosa fare in questi casi? Quali sono gli errori da evitare?

Postepay è senz’altro una tra le carte prepagate più diffuse, lanciata sul mercato da Poste Italiane ormai più di dieci anni fa, facilmente reperibile e semplice da usare. La debit card delle Poste viene spesso utilizzata dagli utenti per effettuare acquisti on line, proprio perché, come tutte le carte prepagate, consente grazie al budget limitato di arginare il danno in caso di truffe e frodi. L'enorme diffusione dello shopping on line, infatti, ha fatto sì che di recente si sia registrato un notevole incremento del fenomeno, che assume forme variegate e di cui possiamo illustrare molteplici esempi:

  1. Acquisto di beni on line: Non è raro scoprire di aver fatto tramite la propria carta acquisti di cui non si ha memoria: biglietti aerei o ferroviari, abiti griffati o accessori tecnologici di ultima generazione. I possessori di Postepay si trovano di fronte al fatto compiuto, con prelievi di denaro dalla propria carta più o meno consistenti effettuati a loro insaputa;
  2. Phishing: Utilizzando un pretesto, che potrebbe essere una ricarica non andata a buon fine o il controllo della privacy, i truffatori mandano al malcapitato una mail in cui, spacciandosi per Poste Italiane, richiedono i dati d’accesso alla sua Postepay (username e password);
  3. Clonazione della carta: In alcuni casi, proprio grazie ai dati forniti dal legittimo possessore, i truffatori hanno addirittura la possibilità di clonare la carta e disporne come meglio credono;
  4. Versamento di contante in cambio di merci mai ricevute: Alcuni presunti venditori della rete hanno ben pensato di farsi ricaricare la Postepay dagli inconsapevoli compratori delle loro merci, che ovviamente, a seguito del versamento, non gli sono mai state recapitate.

Quali sono gli errori da evitare?

Anche se può sembrare assurdo per esperti navigatori, ognuno di noi potrebbe essere vittima di phishing, abboccando all’amo di truffatori altrettanto esperti e scaltri, per questo è buona regola seguire degli accorgimenti che ci consentiranno di non incorrere in truffe o frodi:

  1. Non ricaricare la carta con un ammontare eccessivo di denaro. La comodità delle carte prepagate sta proprio nella possibilità di fare acquisti on line senza lasciare qua e là i dati che consentono di accedere a tutti i nostri risparmi, proprio per tutelarci dai malintenzionati;
  2. Controllare l’attendibilità del sito da cui state facendo acquisti, che deve essere dotato di un sistema di crittografia dei dati;
  3. Controllare il dominio dell’email che hai ricevuto: il dominio di un email è quella parte che si trova dopo la @. Ad esempio, nell’email team@avvocatoflash.it, il dominio è avvocatoflash.it. Ricordatevi che la parte dell’email prima della @ può essere creata da qualsiasi persona mentre la parte successiva alla @, il dominio appunto, puo solo essere comprato su degli appositi server;
  4. Non divulgare il pin: i siti che vendono on line non richiedono MAI il pin per poter effettuare il pagamento, quindi se qualcuno ve lo chiede probabilmente è perché vi vuole truffare;
  5. Non fornire i propri dati d’accesso a presunte mail di Poste Italiane che vi arrivano sulla casella di posta.

Tuttavia, se avete dubbi provate a chiamare ai numeri di contatto 800.00.33.22 (dall’italia) o +39.02.82.44.33.33 (dall’estero) per assicurarvi di non dare informazioni private.

Cosa fare in caso di truffa

Se pur avendo seguito tutti gli accorgimenti sopra elencati siete stati truffati, o se la vostra prudenza non è stata sufficiente ad evitare il peggio, vorrete sicuramente sapere se è possibile recuperare i vostri il vostro denaro, e quale procedura seguire per poterlo fare. Di seguito i passaggi più importanti da seguire:

  1. Innanzitutto è necessario bloccare la carta per evitare che chi se n’è impossessato continui ad utilizzarla per prelievi di denaro o acquisti. Potete farlo contattando i numeri messi a disposizione dalle Poste90.21.22 (dall'Italia) e +39 049.21.00.149 (dall'estero). Quest’operazione va fatta in modo repentino perché è fondamentale cercare di limitare i danni.
  2. Il secondo passo da fare è denunciare alla polizia postale o alle forze dell’ordine la truffa. È importante presentare al momento della denuncia un estratto dei pagamenti effettuati con la PostePay.
  3. Per poter richiedere un rimborso della somma oggetto di truffa è necessario inviare la denuncia a Poste Italiane con i seguenti documenti:

- Documento o numero di blocco della carta oggetto della truffa;

- Copia della denuncia effettuata presso le forze dell’ordine;

- Copia della lista dei movimenti facendo riferimento ai movimenti sconosciuti;

- Una lettera con un breve riassunto dei motivi della richiesta di rimborso specificando il giorno e l’ora in cui è avvenuto il furto del denaro e l’importo che vi è stato sottratto, e, se ne siete a conoscenza, il nome del rivenditore o commerciante presso cui è avvenuta la transazione che state contestando.

I sopraelencati documenti devono essere inviati presso l’indirizzo Poste Italiane - Gestione Reclami - Viale Europa n. 175 - 00144 Roma”.

Se invece doveste notare dei siti sospetti o delle improbabili richieste di dati personali riguardanti la vostre carte prepagate potete comunicare telematicamente con la Polizia delle Telecomunicazioni consultando il loro sito e inviando una mail in cui descrivete le vostre perplessità rispetto a ciò che vi è capitato in modo non vincolante, senza incorrere nelle responsabilità che invece comporterebbero una denuncia o una querela.

Nel caso in cui siate cascati nel tranello della ricarica al presunto venditore è difficile che possiate recuperare il denaro perduto, avete versato i vostri soldi su altra carta di vostra spontanea volontà e anche se lo scambio denaro-merce non è avvenuto, difficilmente potrete accusare il vostro truffatore.

Solidarietà tra utenti

Infine un buon consiglio, dato che siete esperti navigatori e frequentatori della rete, è quello di non servirvi da siti sconosciuti ai più. Nel caso troviate invece un sito di acquisti che non conoscete, non capite o non vi convince, potete sempre cercare delle recensioni on line, magari digitando su Google il nome del sito accompagnato dalla parola “truffa”, in modo da capire subito se qualcuno prima di voi è già cascato nelle numerose trappole presenti in rete.

A questo punto, ovviamente, se vi è capitato di essere vittime di truffa cercate di fare in modo che altri utenti non debbano subire la vostra stessa sorte, pubblicando on line la vostra esperienza negativa.

Come dire…sbagliando si impara, ma a volte è più comodo imparare dagli errori altrui!

Sei stato vittima di una truffa su internet? Stai cercando un avvocato che possa aiutarti nella zona di Milano? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati. Tre di loro ti invieranno un preventivo, gratuitamente, e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.

AvvocatoFlash

In Italia ora c’è AvvocatoFlash, innovativa piattaforma di connessione e collegamento tra clienti ed avvocati, che viene incontro alla sempre più avvertita esigenza di avere una via facile e sicura per scegliere in modo consapevole il proprio avvocato.

Il suo funzionamento è semplice, trasparente e del tutto gratuito. L’utente che desidera scegliere il proprio avvocato su AvvocatoFlash deve solo svolgere facili e veloci operazioni:

  1. Raccontare il proprio caso. L’utente espone in modo anonimo e riservato ad AvvocatoFlash i motivi per cui è alla ricerca di un avvocato e racconta il suo problema legale;
  2. Ricevere tre preventivi. Egli viene quindi contattato in breve tempo da tre avvocati (accuratamente scelti in relazione alla specifica problematica esposta) che, ascoltate le sue necessità, gli offrono gratuitamente i loro preventivi;
  3. Scegliere l’avvocato giusto. Valutati e confrontati i tre preventivi, l’utente può quindi scegliere in modo consapevole l’avvocato che meglio si adatta alle sue necessità. Egli può anche decidere di non scegliere nessun avvocato ed anche in questo caso non perderà nulla, il servizio resta del tutto gratuito.

Occorre evidenziare che il team di AvvocatoFlash, una volta ricevuta la richiesta di un utente, svolge approfondite valutazioni circa la natura del caso ricevuto: ne analizza la difficoltà, valuta le materie rilevanti, considera i possibili sviluppi, etc. Questa operazione permette di individuare i tre avvocati migliori per affrontare e risolvere la specifica problematica esposta dal cliente. I professionisti sono selezionati, infatti, sulla base di diversi fattori, come la loro competenza, i campi del diritto in cui sono maggiormente esperti, o la pregressa esperienza in casi simili a quello proposto.

AvvocatoFlash, inoltre, mette a disposizione i contatti utili dei legali, per fissare con loro un colloquio in modo da velocizzare ed agevolare il rapporto con il cliente.


AvvocatoFlash.it
+ 02 40 03 11 36 team@avvocatoflash.it
Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

Richiedi Preventivi Gratis