Diritto Fallimentare

22-06-2019

Esdebitazione: che cos’è e come fare per utilizzarla

La legge 27 gennaio 2012, n. 3 e succ. mod. introduce, per la prima volta nell’ordinamento italiano, una procedura di esdebitazione.

Diritto Fallimentare

23-05-2019

Lo stato di insolvenza nel fallimento

Cosa si intende per stato di insolvenza, come si manifesta, come viene accertato giudizialmente e chi può adire l’autorità giudiziaria

Diritto Fallimentare

17-04-2019

Come differenziare i creditori nella procedura fallimentare?

Secondo l’ordinamento giuridico italiano si definisce “fallimento” quella procedura concorsuale liquidatoria volta a soddisfare la posizione dei singoli creditori, per mezzo della liquidazione dell’intero patrimonio dell’impresa. I soggetti coinvolti risultano dunque essere, da un lato, il titolare dell’impresa e l’intero patrimonio ad essa riconducibile e, dall’altro, i creditori.

Diritto Fallimentare

11-04-2019

Cos'è la revocatoria fallimentare?

L’azione revocatoria fallimentare è uno strumento utilizzabile dal curatore fallimentare al fine di ricostituire il patrimonio del fallito destinato alla soddisfazione dei suoi creditori, rendendo inefficaci gli atti che il fallito a posto in essere in violazione della condizione di parità dei creditori (par condicio creditorum).

Diritto Fallimentare

09-02-2019

Cancellazione di una società dal registro delle imprese. Cosa comporta?

Il registro delle imprese altro non è che la fonte primaria di certificazione di quei dati costitutivi che identificano l’impresa. Dall’iscrizione di detto registro sono esonerate le libere professioni. La cancellazione dal registro delle imprese comporta l’estinzione della società iscritta.

Diritto Fallimentare

10-11-2018

Cosa succede se non vengono pagati i debiti di una società chiusa?

Quando una società viene chiusa, i creditori possono agire nei confronti degli ex soci per riscuotere i debiti pendenti della società estinta. Vediamo insieme qual è la sorte dei soggetti coinvolti.

Diritto Fallimentare

26-10-2018

Quali sono le procedure alternative al fallimento?

Dal 2005 sono state introdotte ben 3 procedure alternative al fallimento, considerando che il fallimento stesso è, comunque, una procedura molto lenta e costosa. Pertanto, può essere davvero preferibile scegliere una soluzione che lo eviti e che possa portare alla conservazione, anche solamente parziale, dell'impresa e, magari, una maggior soddisfazione dei creditori in tempi più rapidi.