Cosa si intende per separazione di fatto?

// Diritto di Famiglia e Successioni  
# SeparazioneDiFatto  

Per separazione di fatto si intende la cessazione della vita matrimoniale senza, però, un intervento giudiziale al riguardo.

1. La separazione di fatto

Bisogna tener distinto, quindi, la separazione di fatto dalla separazione legale, la quale può essere giudiziale o consensuale e per la quale occorre il vaglio dell'autorità giudiziaria che interviene, nel primo caso, con sentenza e nel secondo con decreto.

Per rendere manifesta una separazione il modo più evidente è l'abbandono del tetto coniugale da parte di un coniuge, magari in accordo con l'altro sul versante economico. Tale azione comporta, altresì, alcuni conseguenze di rilievo in ambito giuridico. Agendo in questi termini, infatti, il coniuge può rischiare l'addebito in una eventuale separazione legale se viene dimostrato che tale condotta ha violato gli obblighi di assistenza e di fedeltà. Il Tribunale di Milano ha tuttavia specificato (Sentenza n. 5114/2013) che violare l'obbligo di fedeltà in un momento successivo alla separazione di fatto non può costituire il presupposto dell'addebito della separazione.

La separazione di fatto può avvenire anche all'interno del tetto coniugale (con conseguente mantenimento della residenza) per ragioni o di convenienze economiche, o di convenienze filiali.

2. Effetti della separazione di fatto

Va sottolineato dunque, che la separazione di fatto non produce alcun tipo di effetto giuridico non essendo regolamentata dal codice civile. Inevitabilmente ciò comporta dei pro e dei contro rispetto alla separazione legale. Pro e contro che vedremo con particolare riguardo alla possibile successiva separazione con addebito.

Gli effetti della separazione possono cessare grazie alla riconciliazione. L'articolo 154 del Codice Civile non prevede nessuna formalità essendo sufficiente il comportamento in tal senso di entrambe le parti in causa.

I coniugi possono sottoscrivere una scrittura privata tesa a provare l'esistenza di un accordo circa la separazione. In questo modo, il coniuge si metterebbe a riparo dai rischi di una possibile futura richiesta di separazione con addebito. L'abbandono del tetto coniugale senza giusta causa determina conseguenze civili e penali, salvo il caso di deposito di domanda di separazione al tribunale o, almeno, di avvertimento scritto all'altro coniuge.

La giurisprudenza attualmente considera legittimo l'accordo dei coniugi al di fuori della separazione o del divorzio. Tale accordo ha natura negoziale ed è sottoposto ad alcuni vincoli propri dei contratti, come nullità o eventuale incapacità di una parte. Tale accordo, sotto forma di scrittura privata o atto notarile, può riguardare soltanto questioni patrimoniali mentre non può intervenire sui diritti indisponibili. Tali sono: la fedeltà, la coabitazione, l'assistenza morale e la collaborazione, la libertà e i diritti personalissimi degli appartenenti al nucleo familiare, ma anche il diritto agli alimenti, presupponendo in tal caso lo stato di bisogno.

Fonti normative

Sent. n. 5114/2013

Art. 154 C.C.

Quali sono i pro e i contro di una separazione di fatto rispetto ad una separazione legale? Cosa si intende per abbandono del tetto coniugale? Quali sono i diritti indisponibili sottratti all'accordo tramite scrittura privata? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati online. Tre di loro ti invieranno un preventivo gratuitamente e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.


AvvocatoFlash.it
Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

Richiedi Preventivi Gratis