Ti inviamo in poche ore preventivi di avvocati specializzati

Raccontaci il tuo caso

Ricevi tre preventivi gratuiti

Scegli l'avvocato per te

Hai bisogno di un Avvocato?

Descrivi il tuo caso

Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

I vantaggi di AvvocatoFlash

+4.000 avvocati in tutta Italia

Solo avvocati qualificati

+12.000 persone assisite nel 2018

Disoccupazione e INPS

Vediamo in che modo il nostro sistema assistenziale aiuta coloro che perdono il proprio lavoro.

< Diritto del Lavoro  

La perdita del posto di lavoro è capace di sconvolgere la vita di una persona, soprattutto, ma non solo, dal punto di vista economico. Per questo motivo è fondamentale capire in che modo il nostro sistema assistenziale va incontro a coloro che perdono la propria occupazione lavorativa.

1. INPS e indennità di disoccupazione

L’indennità di disoccupazione può essere definita come una somma erogata dall’INPS in favore di coloro che perdono involontariamente il proprio posto di lavoro, ad esempio perché il datore di lavoro è fallito o perché il lavoratore era stato assunto con contratto di lavoro a tempo determinato e lo stesso non gli è stato rinnovato.

In queste situazioni si può accedere alla NASPI, ossia alla Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego, nota comunemente come indennità di disoccupazione o sussidio di disoccupazione ed erogata dall’INPS a determinate condizioni.

2. Disoccupazione INPS: requisiti.

Come accennato, per poter beneficiare del sussidio di disoccupazione, il lavoratore deve aver perso il proprio posto di lavoro in modo del tutto involontario, quindi nel caso in cui il lavoratore decida volontariamente di licenziarsi non potrà accedere a tale beneficio.

Deve inoltre trattarsi di lavoratori subordinati, quindi sono esclusi i liberi professionisti, mentre possono usufruire di tale sussidio anche gli apprendisti e i soci lavoratori di cooperative, purché abbiano con la cooperativa un contratto di lavoro subordinato. Per quanto concerne i dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni, invece, essi avranno diritto all’indennità di disoccupazione solo se assunti a tempo determinato, mentre i dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni a tempo indeterminato non possono usufruire di tale indennità.

Non possono richiedere il sussidio di disoccupazione nemmeno gli operai agricoli a tempo determinato e indeterminato, nonché i lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale, per i quali si applica una normativa differente ed a loro specificatamente dedicata.

Il lavoratore dovrà poi possedere alcuni requisiti contributivi e lavorativi:

- per quanto concerne i requisiti contributivi, si richiede che il lavoratore abbia accumulato almeno tredici settimane di contribuzione nei quattro anni antecedenti la disoccupazione;

- per quanto riguarda il requisito lavorativo, invece, è necessario che il richiedente abbia lavorato almeno trenta giorni effettivi nel corso dei dodici mesi antecedenti la disoccupazione.

3. Indennità di disoccupazione: durata e importo.

Per capire per quanto tempo sarà erogata l’indennità di disoccupazione bisogna fare riferimento alla propria contribuzione.

L’indennità sarà infatti erogata mensilmente e per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi quattro anni, escludendo naturalmente i periodi contributivi che hanno già dato luogo ad un’altra erogazione dell’indennità di disoccupazione.

Per quanto concerne invece l’importo che verrà erogato dall’INPS, esso è stabilito da una circolare emanata dall’ente stesso, ma il calcolo può essere agevolmente richiesto allo sportello INPS presente sul proprio territorio.

4. Come presentare all’INPS la domanda di disoccupazione.

Secondo la nuova normativa, la domanda di disoccupazione può essere presentata entro 68 giorni, decorrenti, salvo casi particolari, dalla data di cessazione dell’ultimo rapporto di lavoro.

La domanda suddetta può essere alternativamente inviata all’INPS nei seguenti modi:

- attraverso il portale dell’INPS, accedendo alla propria pagina in seguito alla digitazione del PIN fornito dall’ente stesso;

- contattando l’INPS telefonicamente;

- usufruendo dei servizi telematici offerti dagli enti di patronato.

Sei stato licenziato e non sai se ti spetta la disoccupazione? Vuoi assistenza nella presentazione della domanda di disoccupazione? Hai chiesto il sussidio di disoccupazione e ti è stato negato? Hai bisogno di un avvocato specializzato in diritto del lavoro a Milano? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati. Tre di loro ti invieranno un preventivo, gratuitamente, e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.

AvvocatoFlash

In Italia ora c’è AvvocatoFlash, innovativa piattaforma di connessione e collegamento tra clienti ed avvocati, che viene incontro alla sempre più avvertita esigenza di avere una via facile e sicura per scegliere in modo consapevole il proprio avvocato.

Il suo funzionamento è semplice, trasparente e del tutto gratuito. L’utente che desidera scegliere il proprio avvocato su AvvocatoFlash deve solo svolgere facili e veloci operazioni:

  1. Raccontare il proprio caso. L’utente espone in modo anonimo e riservato ad AvvocatoFlash i motivi per cui è alla ricerca di un avvocato e racconta il suo problema legale;
  2. Ricevere tre preventivi. Egli viene quindi contattato in breve tempo da tre avvocati (accuratamente scelti in relazione alla specifica problematica esposta) che, ascoltate le sue necessità, gli offrono gratuitamente i loro preventivi;
  3. Scegliere l’avvocato giusto. Valutati e confrontati i tre preventivi, l’utente può quindi scegliere in modo consapevole l’avvocato che meglio si adatta alle sue necessità. Egli può anche decidere di non scegliere nessun avvocato ed anche in questo caso non perderà nulla, il servizio resta del tutto gratuito.

Occorre evidenziare che il team di AvvocatoFlash, una volta ricevuta la richiesta di un utente, svolge approfondite valutazioni circa la natura del caso ricevuto: ne analizza la difficoltà, valuta le materie rilevanti, considera i possibili sviluppi, etc. Questa operazione permette di individuare i tre avvocati migliori per affrontare e risolvere la specifica problematica esposta dal cliente. I professionisti sono selezionati, infatti, sulla base di diversi fattori, come la loro competenza, i campi del diritto in cui sono maggiormente esperti, o la pregressa esperienza in casi simili a quello proposto.

AvvocatoFlash, inoltre, mette a disposizione i contatti utili dei legali, per fissare con loro un colloquio in modo da velocizzare ed agevolare il rapporto con il cliente.


AvvocatoFlash.it
+ 02 40 03 11 36 team@avvocatoflash.it

Hai bisogno di un Avvocato?

Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

Richiedi Preventivi Gratis