Vediamo nel dettaglio, in cosa consiste l'assicurazione furto e incendio e quali sono i suoi costi.

assicurazione furto e incendio costi

1. Numeri alla mano

Dopo 5 anni di stabilità aumenta la percentuale di furti auto in Italia. Sono 105.239 i veicoli rubati nel 2018, il 5,2% in più rispetto ai 99.987 registrati nel 2017. Un numero davvero preoccupante anche in relazione alla diminuzione del 4% della percentuale di veicoli ritrovati, dal 2017 al 2018. 

L’allarme arriva dai primi dati elaborati dal Ministero dell’Interno che sancisce un’inversione di tendenza preoccupante, aggravata dalla percentuale di auto rubate ritrovate, ferma al 40%, era il 44% nel 2016 e addirittura il 53% del 2007. Lo scorso anno, infatti, di oltre 64.000 vetture si sono perse le tracce. Per capire meglio questo fenomeno basti pensare che in Italia vengono rubate 13 auto all’ora per un totale di 312 vetture al giorno e solo il 45% di queste viene restituito ai legittimi proprietari. 

Per tutelare i propri veicoli da queste minacce, pertanto, è consigliabile munirsi di assicurazione furto e, contestualmente anche di quella incendio.

2. Cosa copre l’assicurazione furto e incendio?

La polizza furto e incendio è oramai diventato un prodotto assicurativo fondamentale ed un riferimento per moltissimi automobilisti che, scegliendo di abbinare all’assicurazione r.c. auto anche questa copertura accessoria, possono massimizzare la copertura assicurativa complessiva avendo la certezza di poter contare su di un risarcimento economico nel caso di danni causati dal furto o da un incendio, anche di parte del veicolo. 

Le coperture furto ed incendio, che vanno a coprire due tipologie totalmente differenti di danno, sono oramai, per consuetudine, proposte come un’unica polizza. 

Per gli assicurati, invece, l’attivazione di entrambe le coperture accessorie si traduce in un netto incremento della tutela assicurativa con la possibilità di ottenere un risarcimento, totale o parziale a seconda dei casi, di alcune delle tipologie di danno più importanti che una vettura può subire.

Vediamo, adesso, nel dettaglio, in cosa consiste l'assicurazione furto e incendio

Per quanto concerne la prima bisogna partire dalla concezione che questa polizza offre copertura nel caso di:

  • furto completo, ovvero nel momento in cui il veicolo viene rubato;
  • furto parziale quando vengono sottratti cerchioni, ruote, fanali, specchietti e altri componenti;
  • rapina.
     

Il furto completo è, chiaramente, il danno maggiore che si possa subire in quanto priva completamente il proprietario del suo veicolo. In questo caso la copertura furto garantisce un risarcimento economico pari al valore commerciale del veicolo rubato

Quando si subisce il furto completo della propria vettura, il risarcimento equivale in termini monetari al valore commerciale dell'auto o della moto in questione al momento della sottoscrizione della polizza. 

Questo valore viene, però, ricalcolato con il rinnovo dell'assicurazione in seguito alla sua scadenza, tenendo conto della sua diminuzione nel corso del tempo. 
Nel caso di un danno subito per tentativo di furto o se si subisce un furto parziale, l'indennizzo corrisponde al costo necessario per la riparazione o per l'acquisto e l'installazione del componente sottratto. Occorre considerare anche il valore della franchigia a carico dell'assicurato, ma si può decidere di
eliminarla pagando un prezzo maggiore per l'assicurazione.
 
Relativamente, invece, alla garanzia incendio, essa comprende i danni dovuti ad un incendio, o ad uno scoppio oppure un’esplosione. Come nella garanzia furto l'indennizzo può equivalere al valore commerciale del mezzo se esso risulta distrutto o alle spese da sostenere in caso di riparazione di un
danno, il tutto sempre al netto della franchigia.
 
Non viene preso in considerazione il valore degli oggetti distrutti o danneggiati all'interno del veicolo, e anche questo aspetto accomuna sia l'assicurazione contro il furto che quella contro l'incendio, riguardo a quest'ultima, se l'incendio è da attribuirsi a comportamento negligente o disattento. E’, tuttavia, possibile slegare la polizza r.c.a. dalla polizza aggiuntiva per furto e incendio, ma non tutte le compagnie assicurative concedono questa possibilità.

3. Documenti necessari

Il pacchetto per l'assicurazione incendio e furto non richiede un preventivo a sé stante: basterà aggiungere alla propria assicurazione auto o moto questa garanzia accessoria in fase di preventivo o anche nel corso di validità della polizza. Spesso, per gli assicurati che hanno mantenuto la stessa agenzia per molti anni o per i nuovi clienti, è possibile ricevere il pacchetto furto e incendio in maniera gratuita. 

Per chi effettua un preventivo di assicurazione online, spesso il premio assicurativo della r.c.a. è più vantaggioso e questo permette di poter aggiungere garanzie accessorie mantenendo un costo complessivo inferiore rispetto a quanto avviene in filiale. 

Ovviamente i documenti richiesti per stipulare un’assicurazione furto ed incendio sono quelli necessari quelli per la formalizzazione di un normale contratto assicurativo

Sarà, quindi, necessario portare con sé:

  • un documento di riconoscimento;
  • il proprio codice fiscale;
  • l'attestato di rischio;
  • il libretto di circolazione del veicolo.
     
Se il veicolo è stato rubato, sarà necessario sporgere denuncia alle autorità competenti e inviare alla compagnia assicurativa:
  • il certificato di furto;
  • il certificato di proprietà in originale;
  • le chiavi della vettura;
  • la copia del proprio documento di identità.
     

In tal modo, la compagnia assicurativa potrà provvedere al risarcimento in tempi brevi. Il pagamento avverrà tramite assegno, che verrà inviato presso il domicilio dell'assicurato o ad una filiale scelta della compagnia assicurativa.

4. I costi

Dal punto di vista prettamente economico per gli automobilisti il costo di una polizza furto e incendio è, senza ombra di dubbio, superiore rispetto al costo di una singola polizza furto o di una singola polizza incendio ma risulta comunque inferiore rispetto al costo delle due polizze considerate in modo distinto

Buona parte delle polizze furto e incendio disponibili sul mercato assicurativo presentano delle franchigie ben definite. Come al solito, per valutare la convenienza di una determinata assicurazione e scoprire tutte le sue caratteristiche è opportuno leggere con attenzione il contratto che si fa a stipulare con la compagnia al fine di aver un’idea ben precisa degli importi del risarcimento legati alle varie tipologie di danno. 

E’ strettamente fondamentale al momento della stipula del contratto analizzare nel dettaglio il valore commerciale del proprio veicolo riconosciuto dalla compagnia assicurativa con cui si sta attivando la polizza. Il risarcimento di un danno, come detto precedentemente, non potrà superare il valore commerciale del mezzo assicurato.

5. La convenienza della polizza furto e incendio

In generale sottoscrivere una polizza furto incendio si rivela una scelta vincente quando si abita, o ci si reca ad esempio per questioni professionali, in una zona ad alto tasso di criminalità, un fattore che può mettere in grande rischio il proprio veicolo che potrebbe essere, statisticamente, più soggetto a danni legati al furto, anche solo di parti del mezzo. 

Un altro dettaglio da tenere in considerazione nella valutazione della convenienza di una polizza furto e incendio è rappresentato dall’area abituale di parcheggio del proprio veicolo. Chi vive in città ma non può usufruire di un box auto o un posto auto condominiale e non ha, nei dintorni della propria abitazione, un’autorimessa o un garage privato dove custodire il proprio veicolo non potrà fare altro che parcheggiare il mezzo in strada, soprattutto nelle ore serali e durante la notte.

Altro aspetto determinante è rappresentato dal valore della propria auto. Un veicolo di alto valore potrebbe essere più soggetta ai furti ed eventuali danni potrebbero essere decisamente più costosi da riparare. In questi casi, quando si possiede un’auto molto costosa, attivare una polizza furto e incendio può essere una buona soluzione. 

Il costo della polizza in questione sarà, quindi, legato, ad un doppio filo, ovvero al modello di auto ed assicurare un’auto nuova, magari da collezione e molto esclusiva, costerà sicuramente di più rispetto a quanto costerebbe l’assicurazione di una city car.

Per quanto riguarda il furto, inoltre, per valutare la sua convenienza è consigliabile analizzare le annuali classifiche relative ai modelli di auto più rubati nel nostro Paese e nelle varie aree geografiche.

In conclusione, la polizza furto incendio certamente conviene a chi ha un’auto nuova e che costa molto, ma anche a chi non ha la possibilità di parcheggiare la macchina in garage ed è costretto a lasciarla fuori durante le ore notturne. Giova poi a coloro che risiedono in zone dall’alto tasso di criminalità o comunque potenzialmente considerate a rischio.

Hai bisogno di un avvocato specializzato in diritto assicurativo? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati in questo campo. Tre di loro ti invieranno un preventivo, gratuitamente, e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.