Cos’è e come si apre una PMI Innovativa

// Attualitá  
# PmiInnovativa  

Con l’acronimo P.M.I. si intendono tutte quelle piccole e medie imprese le cui dimensioni rientrano entro certi limiti finanziari ed occupazionali definiti dalla Raccomandazione Comunitaria 361/2003/CE.

1. Cos’è una PMI Innovativa

Vediamo ora insieme questi parametri divisi per il tipo di azienda:

  1. Micro impresa:
    • Deve avere meno di 10 dipendenti
    • Il fatturato annuo non deve superare i 2 milioni di €
    • Le quote di partecipazione, di voto o di capitali detenute da una sola persona non possono superare il 25%
  2. Piccola impresa:
    • Deve avere meno di 50 dipendenti
    • Il fatturato annuo non deve superare i 7 milioni di €
    • Le quote di partecipazione, di voto o di capitali detenute da una sola persona non possono superare il 25%
  3. Media impresa:
    • Deve avere meno di 250 dipendenti
    • Il fatturato annuo non deve superare i 40 milioni di €
    • Le quote di partecipazione, di voto o di capitali detenute da una sola persona non possono superare il 25%

2. Come si apre una PMI Innovativa

Sul sito pminnovative.registroimprese.it sono presenti tutti gli strumenti informativi per aiutare tutti coloro che vogliono essere riconosciuti come PMI Innovative.

Secondo il Decreto Legge del 24 gennaio 2015, n° 3, possono aspirare allo status di PMI Innovativa tutte le aziende che posseggono almeno ⅔ dei requisiti qui elencati (è proprio questo il requisito attraverso il quale una PMI assume la denominazione di “Innovativa”):

  1. Sostenere spese in ricerca, sviluppo e innovazione in misura pari o superiore al 3% del maggiore importo tra il costo e il valore della produzione.
  2. Si deve impiegare personale altamente qualificato: almeno ⅕ dei dipendenti devono essere dottori di ricerca o almeno ⅓ devono possedere una laurea magistrale.
  3. Essere titolare, depositaria o licenziataria di almeno una privativa industriale o di un brevetto relativa su un’invenzione industriale riguardante l’oggetto sociale e l’attività dell’impresa.

Inoltre devono soddisfare interamente questi requisiti:

  1. Rientrare nella definizione di micro, piccole e medie imprese definito dalla Raccomandazione Comunitaria 361/2033/CE.
  2. Essere costituite in società di capitali, anche in forma cooperativa.
  3. Non essere iscritte nel registro delle Startup Innovative.

3. Quali sono i principali vantaggi e agevolazioni fiscali

I principali vantaggi e agevolazioni fiscali sono gli stessi che si hanno aprendo una Startup Innovativa e sono:

  1. Esenzione Imposta di Bollo e Diritto di Segreteria per l’Iscrizione nel registro delle Imprese: per l’avvio dell’impresa che consistono nel non pagare l’imposta di bollo e i diritti di segreteria per l’iscrizione al Registro delle Imprese e il diritto annuale alle Camere di Commercio.
  2. Detrazione Irpef al 19% sulle spese per un investimento massimo detraibile di 500 mila euro per periodo d’imposta, da mantenere per almeno 2 anni.
  3. Credito d’imposta del 35%: agevolazione per l’assunzione di personale altamente qualificato fino a una soglia massima di 200mila euro annui per ogni impresa.
  4. Equity Crowdfunding: ovvero la possibilità di raccogliere fondi attraverso piattaforme online, in base alla normativa Consob.

Fonti normative

Raccomandazione Comunitaria 361/2003/CE

Decreto Legge del 24 gennaio 2015, n° 3

Hai bisogno di assistenza legale per aprire una PMI Innovativa? Necessiti di una consulenza di un avvocato esperto in materia? Vuoi un servizio che ti metta in contatto con il legale specializzato? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati online. Tre di loro ti invieranno un preventivo gratuitamente e sarai tu a scegliere a chi affidare il caso.


AvvocatoFlash.it
Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

Richiedi Preventivi Gratis