Il DL n. 50 del 17/5/22 prevede all'art.33 un'indennità una tantum di euro 200,00 per i lavoratori autonomi e gli iscritti a Casse obbligatorie di Previdenza, che hanno un reddito complessivo 2021 (dichiarazione 2022) non superiore a euro 35.000

bonus 200 euro cassa forense

Come ottenere il bonus 200 euro?

Possono beneficiare dell’indennità gli iscritti a Cassa Forense che hanno avuto nel 2021 (dichiarazione 2022) un reddito complessivo non superiore ad euro 35.000, al netto dei contributi previdenziali e assistenziali. Dal computo del reddito devono essere esclusi sia il reddito della casa di abitazione, sia gli arretrati sottoposti a tassazione separata ma anche i trattamenti di fine rapporto come previsto dalla normativa.

Condizione per accedere all’indennità è che l'iscritto abbia effettuato, entro la data di entrata in vigore del D.L. n. 50/2022, cioè il 18 maggio 2022, almeno un versamento totale o parziale con competenza a decorrere dall'anno 2020. L’istanza dovrà essere corredata da un’autocertificazione del richiedente in cui dovrà dichiarare:

  • di essere avvocato, non titolare di pensione;
  • di non aver percepito l’indennità ai sensi dell’art. 31 (lavoro dipendente) o dell’art. 32 (pensionato) del Decreto Aiuti (DL 50/2022);
  • di essere iscritto alla Cassa da una data anteriore del 18 maggio 2022 giorno di entrata in vigore del Decreto Aiuti;
  • di non aver presentato domanda ad altro ente previdenziale in caso di iscrizione a più enti.

Quando verrà erogato?

L’indennità sarà corrisposta sulla base dei dati dichiarati dal richiedente e disponibili da parte di Cassa Forense. È comunque prevista la possibilità di una successiva verifica. Il bonus erogato non costituirà reddito ai fini fiscali, né ai fini della corresponsione di prestazioni previdenziali ed assistenziali. L’erogazione non potrà essere né ceduta, né sequestrata e neppure pignorata.

Come fare domanda

Cassa Forense ha predisposto la procedura telematica per la presentazione delle domande, disponibile a partire dalle ore 12.00 del 26 settembre 2022, in contemporanea con gli altri Enti di previdenza aderenti e che consentirà di accedere, con unica domanda, anche all'ulteriore bonus di 150 euro di cui al DL “Aiuti Ter” per coloro che hanno un reddito complessivo 2021 non superiore a 20.000 euro. La procedura resterà attiva fino al 30 novembre 2022.

Le domande possono essere presentate esclusivamente con procedura telematica, tramite l’accesso alla propria posizione personale sul sito, utilizzando il codice meccanografico ed il pin. Alla domanda devono essere allegati, copia di un documento d’identità e del codice fiscale, come espressamente previsto dal decreto.

Avvocato Celestine Frami
Celestine Frami