L’avvocato tributarista è un legale specializzato nella risoluzione di controversie con il fisco. Quindi, in caso di problemi di natura tributaria, l’avvocato tributarista è la figura più indicata a cui rivolgersi.

avvocato tributarista

1. Avvocato tributarista di cosa si occupa: compiti e mansioni

Il tributarista è un avvocato competente in materia fiscale e tributaria, che conosce la contabilità, i vari adempimenti fiscali e soprattutto la normativa tributaria, quindi ha la facoltà di svolgere attività stragiudiziale e contenziosa, ossia di assistenza ai contribuenti davanti all’Amministrazione Finanziaria e ai giudici tributari, cioè le Commissioni Tributarie.

L’avvocato tributarista è un vero esperto del settore ed è elemento prezioso all’interno dei processi aziendali. È la figura a cui un’azienda, un’organizzazione o una persona fisica fanno riferimento nel caso in cui si verifichi un problema concernente i tributi. I compiti a cui assolve hanno bisogno di una specializzazione complessa, frutto di una preparazione data dall’acquisizione di conoscenze e competenze nel settore.

2. Come diventare avvocato tributarista

Il tributarista è un professionista che, dopo la laurea magistrale in giurisprudenza, il praticantato di 18 mesi presso uno studio legale, preferibilmente tributarista e il superamento dell’esame di abilitazione alla professione forense, acquisisce il titolo di avvocato ed ha l’obbligo di iscriversi all’albo degli avvocati, non esistendo un apposito albo professionale specifico per i tributaristi. 

In realtà l’iter formativo che porta un professionista ad acquisire il titolo di avvocato è sempre il medesimo, ciò che li differenzia è l’ambito di specializzazione e cioè la branca del diritto che si sceglie di praticare e continuare a studiare. L’avvocato tributarista è quello che tratta il diritto tributario, cioè una branca del diritto finanziario definibile come quel complesso di norme e di principi facenti parte del nostro ordinamento che disciplinano e regolano l'Imposizione tributaria. 

3. Avvocato tributarista, quanto guadagna?

L’avvocato è un professionista che ha come clienti aziende, privati e professionisti che assiste sulla base di un mandato rilasciato e sottoscritto dagli stessi e sulla base del quale riceverà, per la prestazione professionale, un compenso. Così come per tutti i professionisti, non è possibile stabilire esattamente il guadagno di un avvocato tributarista, che in ogni caso varia in base al numero di clienti e di pratiche. 

4. Avvocato tributarista e commercialista: quali differenze?

La figura dell’avvocato tributarista ha dei punti di contatto con il commercialista, pur rimanendo professionisti con formazione e ruoli differenti. Il dottore
commercialista, è un professionista che ha conseguito una laurea specialistica/magistrale in materie economiche, svolto un tirocinio di 18 mesi presso un dottore commercialista o esperto contabile abilitato e superato l’apposito esame di stato per l’iscrizione all’albo (ODCEC). 

Per quanto attiene alle funzioni, il commercialista si occupa: 

  • della gestione della contabilità
  • di conteggi
  • di redazione di bilanci e calcolo di tributi
  • della consulenza sulla materia fiscale a privati, professionisti e aziende

L’avvocato tributarista , invece, si occupa: 

  • dell’interpretazione delle leggi che sono a base dei conteggi del commercialista; 
  • svolge attività di tipo contenzioso, rappresentando il contribuente nel contenzioso tributario con l’Amministrazione Finanziaria, ed anche stragiudiziale (pareri ed assistenza legale). 

5. LAPET

L'Associazione Nazionale Tributaristi LAPET è un'associazione legalmente riconosciuta ai sensi del DPR 361/2000, costituita tra coloro che esercitano la consulenza nelle materie contabili, fiscali e tributarie. Uno degli scopi primari dell'Associazione Nazionale Tributaristi LAPET è quello di assicurare la permanenza nel tempo degli standard qualitativi professionali degli iscritti, nel convincimento che solo attraverso la garanzia della qualità delle prestazioni si possa tutelare l'utenza finale dei servizi. Ai fini dell’iscrizione è previsto un test attitudinali oltre ad un idoneo titolo di studio (diploma o laurea) e documentate esperienze professionali di almeno 18 mesi.

Fonti normative

DPR 361/2000

Martina Rampone

 

Sei un giovane laureato e vorresti specializzarti in diritto tributario? Hai bisogno di consulenza in materia fiscale? Vuoi instaurare una controversia nei confronti dell’Amministrazione Finanziaria? Hai bisogno di un parere legale? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con imigliori avvocati online. Tre di loro ti invieranno un preventivo gratuitamente e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.