La carta d’identità, rappresenta un documento d’identificazione personale, emesso esclusivamente in formato elettronico. Vediamo come funziona.

Rinnovo carta d'identità

1. Che cos'è la carta d'identità

L’argomento che tratteremo oggi, riguarda il tema dell’identificazione personale, e più precisamente la carta d’identità e la procedura per il suo rinnovo.

La carta d’identità, è un documento di riconoscimento personale, che consente l'identificazione del suo titolare, e per tale motivo, occorre esibirla ad ogni richiesta proveniente da un pubblico ufficiale oppure da un incaricato di un pubblico servizio.

Essa, è rilasciata, tramite l’Ufficio Anagrafe, dal Sindaco del comune di residenza o di dimora del richiedente, in formato cartaceo oppure elettronico.

Quest’ultimo, diverrà il formato standard per il rilascio o rinnovo, essendo previsto che alla scadenza naturale dei documenti cartacei, la carta d’identità verrà emessa esclusivamente in forma elettronica.

Possono richiedere, la carta d’identità, i cittadini:

  • italiani, anche residenti all’estero;
  • dei paesi UE, residenti in Italia;
  • dei paesi extracomunitari, residenti in Italia, con regolare permesso di soggiorno.

La carta d’identità, la cui scadenza coincide con il giorno e mese di nascita del richiedente ha validità di:

  • dieci anni per i maggiorenni;
  • cinque anni per i minori d’età compresa tra 3 e 18 anni;
  • tre anni per i minori d’età inferiore ai tre anni.

Il rilascio della carta d’identità, può essere chiesto in qualsiasi momento, mentre per il rinnovo, la richiesta può essere effettuata a partire  dal 180° giorno antecedente, la data di scadenza, riportata sul documento, presentandosi presso l’Ufficio Anagrafe, ove il richiedente risieda o dimori.

2. Cittadini italiani residenti all'estero

I cittadini italiani, che risiedano all’estero, al fine di ottenere il rilascio o rinnovo della carta d'identità, possono rivolgersi sia all’autorità consolare italiana, presente sul territorio straniero, e sia al comune italiano, ove risultino iscritti all’A.I.R.E (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero, obbligatoria per chi trasferisca la propria residenza all’estero per periodi superiori all’anno).

L’iscrizione all’A.I.R.E, per gli italiani residenti all’estero, costituisce un requisito indispensabile al fine di ottenere il rilascio o rinnovo della carta d’identità, dal momento che occorre il nulla osta del comune italiano di iscrizione, al fine di verificare l’esattezza dei dati personali indicati.

Per i cittadini italiani, nati all’estero, occorre anche che l’atto di nascita, sia stato già trascritto nei registri dello stato civile del comune italiano competente.

3. Carta d'identità per i minorenni

Per ottenere la carta d’identità, i minorenni, debbono presentarsi all’Anagrafe del comune di residenza o dimora, accompagnati da entrambi i genitori oppure da quello esercente la responsabilità genitoriale o in mancanza dal proprio tutore.

Per il rinnovo della carta d’identità, il minorenne, deve fornire all’Ufficio Anagrafe, il precedente documento in scadenza. In mancanza sarà necessaria la presenza di un genitore e di un altro maggiorenne (consigliabile un parente), entrambi muniti di documento di riconoscimento, al fine di dimostrarne l'identità personale del minore.
La carta d’identità, è sottoscritta, personalmente dal minore, che abbia compiuto dodici anni.

4. Carta d'identità valida per l’espatrio dei minori

Per i cittadini italiani, la carta d’identità, costituisce titolo valido per l’espatrio, nei paesi dell’Unione Europea e negli stati che hanno sottoscritto accordi bilaterali con l’Italia.

Tuttavia, per i minorenni, la validità per l’espatrio è subordinata alla dichiarazione d’assenso dei genitori oppure del tutore. Qualora, uno dei genitori non possa essere presente, sarà necessario presentare all’Ufficio Anagrafe, la dichiarazione di assenso sottoscritta dal genitore assente assieme alla copia del suo documento di riconoscimento.

Ove il genitore non voglia prestare il proprio assenso all’espatrio, occorrerà l’autorizzazione del giudice tutelare.

La carta d’identità, valida per l’espatrio, consente al minore che ha compiuto 14 anni, di espatriare senza essere accompagnato.

Per i minori di 14 anni, è previsto che la carta d’identità, valida per l’espatrio, possa riportare, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci, a loro richiesta. In tal caso, ove viaggino con i genitori, non sarà necessaria alcuna documentazione comprovante, la responsabilità esercitata sul minore.

Qualora, i minori di 14 anni, espatriano, senza la presenza dei genitori o tutoreoccorre la dichiarazione rilasciata dall’esercente la responsabilità sul minore, indicante il nominativo del soggetto o dell'ente o società di trasporto, a cui venga affidato il minore, debitamente convalidata dalla Questura o dalla autorità consolare del paese straniero.

5. Documenti da presentare per il rilascio

Per il rilascio o rinnovo della carta d’identità, il richiedente, deve fornire all’Ufficio Anagrafe del comune di residenza o dimora:

  • il modulo di rilascio o rinnovo;
  •  un proprio documento di riconoscimento (primo rilascio) oppure la carta in scadenza (per il rinnovo), in mancanza occorrono due testimoni maggiorenni, muniti di documento valido, che attestino l’identità del richiedente;
  • una fototessera cartacea o digitale;
  • la dichiarazione di assenso all’espatrio dei minori, sottoscritta dall’altro genitore, sia che il rilascio o rinnovo, riguardi il genitore del minore oppure il minorenne stesso, assieme alla copia del documento di riconoscimento del genitore sottoscrivente;
  • in assenza di dichiarazione all'espatrio, l’autorizzazione del giudice tutelare.

Per i cittadini italiani, residenti all’estero, occorre anche il permesso di soggiorno nel paese straniero oppure il certificato di domicilio, in caso di doppia cittadinanza.

I cittadini extracomunitari, devono presentare, anche il permesso di soggiorno, rilasciato dalla Questura. Ove sia scaduto, occorre presentare anche la richiesta del nuovo permesso, entro due mesi dalla scadenza.

6. Come fare il rinnovo della carta d'identità oggi

Il rinnovo della carta d’identità, oggi, avviene esclusivamente in modalità elettronica, essendo previsto il rilascio nel formato cartaceo, solo per motivi urgenti (salute, lavoro). 

La carta d’identità elettronica, con le dimensioni di un bancomat, si caratterizza per la presenza di un microchip, relativo ai dati sensibili del richiedente, e al rilevamento dell’impronta digitale del dito indice della mano sinistra.

Il rinnovo della carta d’identità, avviene presentando i documenti descritti in precedenza, indicando all’Ufficio Anagrafe, l’indirizzo ove recapitare il documento oppure il ritiro di persona al Comune.

Infatti, la carta d’identità elettronica, a differenza di quella cartacea, necessita della stampa da parte del poligrafo statale (circa 7 giorni lavorativi), e quindi il rinnovo non avviene più a vista.

L’ufficio Anagrafe, è tenuto altresì, a domandare al richiedente, se presta o meno il consenso alla donazione degli organi, facendo sottoscrivere il relativo modulo.

Il costo della carta d’identità, ammonta a circa 17€ per le spese di emissioni, oltre a circa 5€ per i diritti fissi (quest’ultimi, raddoppiano, nel caso di smarrimento o furto della precedente carta).

Fonti normative

Regio decreto 18 giugno 1931 n. 773: Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza

Decreto-Legge 13 maggio 2011 n. 70: Prime disposizioni urgenti per l'economia

Decreto 23 dicembre 2015: Modalità tecniche di emissione della Carta d’identità elettronica

 

Roberto Ruocco

Vuoi saperne di più sulla modalità di rinnovo della carta d'identità? Vuoi chiedere il rilascio della carta d’identità elettronica, ma non sai come fare? Vuoi negare l’assenso all’espatrio del figlio minore? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati online. Tre di loro ti invieranno un preventivo gratuitamente e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.