Cos'è la procura?

// Diritto Civile  
# Procura   # ProcuraSpeciale  

Attraverso la procura si attribuiscono poteri importanti che l’Avvocato potrà spendere nel corso di un giudizio, individuando oneri e responsabilità a suo carico. Importante allora comprendere di cosa si tratta, individuandone il contenuto fondamentale ed i suoi limiti.

la procura approfondimento avvocatoflash

Hai bisogno di un avvocato civilista? Tramite il servizio di AvvocatoFlash, attivo in tutta Italia, potrai trovare un buon avvocato civilista in breve tempo.

1. Che cos’è la procura?

L'atto di procura è quel negozio giuridico attraverso il quale un soggetto conferisce un potere di rappresentanza ad un altro (il procuratore) perché compia una serie di adempimenti in suo nome e per suo conto.

Per comprendere bene l’operatività di tale negozio è importante ricordare che:

  • da un lato abbiamo il soggetto Rappresentante, cui viene conferito il potere di rappresentanza proprio mediante la procura (motivo per cui si parla anche di procuratore);
  • dall'altro, abbiamo il Rappresentato, ovvero colui che conferisce il potere di rappresentanza e che detiene l'interesse nell'atto o nel negozio giuridico, e nel subire gli effetti da esso derivanti.

In particolare, nel rapporto tra avvocato e cliente, si parla di procura alle liti: ossia il potere di rappresentanza conferito da una parte di un procedimento al proprio avvocato, perché lo rappresenti in tribunale e lo difenda agendo nei suoi interessi e per suo conto.

2. Cosa si intende per rappresentanza

Quando si parla di rappresentanza ci si vuol riferire a quell’istituto giuridico, disciplinato dagli art. 1387 – 1400 del Codice Civile, mediante il quale un soggetto conferisce ad un altro quel determinato potere che permette al soggetto “nominato” (rappresentante) di sostituirsi ad un altro (rappresentato) nel compimento di un negozio giuridico.

L'atto o il negozio vengono concretamente posti in essere dal rappresentante, ma gli effetti si realizzano nella sfera giuridica del rappresentato.

É proprio questa la peculiarità che caratterizza l'istituto: il rappresentante non ha alcuna utilità personale nel compimento dell’atto, in quanto agisce per conto e nell'interesse altrui.

3. La fonte della rappresentanza: la procura

Il mezzo attraverso il quale un soggetto conferisce ad un altro il potere di rappresentanza è la procura.

Vanno fatte più distinzioni in merito alle varie tipologie di procura:

  • Procura espressa / procura tacita: nella procura espressa il potere di rappresentanza viene conferito esplicitamente (in forma scritta o verbale, come vedremo in seguito); mentre la procura tacita, si deduce dai cosiddetti “fatti concludenti”, ovvero quei comportamenti inequivocabili attraverso i quali un soggetto ne invidia un altro per il compimento di un determinato atto;
  • Procura generale / procura speciale: la procura generale si realizza quando il potere trasferito riguarda tutti gli affari del soggetto rappresentato: deve trattarsi necessariamente di atti di ordinaria amministrazione; mentre quando il trasferimento è relativo ad uno o più affari specificamente predeterminati, ci troviamo di fronte ad una procura speciale;
  • Procura revocabile / procura irrevocabile: in base all'art. 1723 del codice civile, la procura è sempre revocabile, a meno che non venga conferita anche nell'interesse del procuratore rappresentante o di soggetti terzi: in questo caso, si può revocare solo per giusta causa;
  • Procura apparente: si parla, invece, di procura apparente qualora un soggetto si comporti come rappresentante di un altro soggetto senza che gli sia stato conferito alcun potere in merito, ma il modo con cui esercita tale potere induce i terzi a far affidamento sulla situazione solo apparente. In tale ipotesi il falsamente rappresentato si trova, comunque, ad essere vincolato al negozio concluso dal rappresentante. Al di fuori di tale ipotesi, un contratto stipulato da un rappresentante privo di potere o che agisca eccedendo i poteri a lui conferiti, è inefficace (art. 1398, codice civile). Il rappresentato può però, tramite una ratifica, sanare l'atto compiuto senza poteri in suo nome (art. 1399, codice civile).

4. Le caratteristiche della procura

Si evidenzia, inoltre, che la procura è soprattutto un atto unilaterale: essa, infatti, si perfeziona unicamente con la dichiarazione di volontà del solo soggetto rappresentato, e non è necessario il consenso del procuratore, a differenza di ciò che accade nei negozi bilaterali.

Inoltre, esso viene comunemente definito un atto preparatorio, poiché si tratta di un negozio giuridico propedeutico al compimento di altri negozi giuridici.

Per quanto riguarda la forma scritta o orale dell'atto, l’art. 1392 afferma che la procura debba essere conferita con la stessa forma prevista per il negozio che il procuratore è chiamato a portare a termine.

5. Le caratteristiche e modalità di estinzione della procura, limiti e garanzie per i terzi

La procura si può estinguere per varie ragioni:

  • compimento del negozio a cui è preposta la procura;
  • scadenza del termine o verificarsi della condizione risolutiva;
  • morte o sopravvenuta incapacità del rappresentato o del rappresentante;
  • rinuncia da parte del rappresentante o revoca del rappresentato (gli affari compiuti precedentemente alla revoca rimangono pienamente efficaci).

Per i terzi coinvolti negli affari che il procuratore deve portare a termine, la legge prevede una serie di garanzie:

  • il terzo può chiedere al rappresentante “l'esibizione della procura”, così da avere prova dell'esistenza del potere di rappresentanza in capo al soggetto con il quale si trova a contrattare;
  • inoltre, è onere del rappresentato portare a conoscenza di terzi eventuali cambiamenti quali la revoca della procura, che diventa inopponibile in caso di inadempimento;
  • una volta cessato il potere di rappresentanza, il procuratore è tenuto a restituire il documento con il quale gli è stato conferito tale potere.

Tali tutele sono state introdotte dal legislatore al fine di evitare il verificarsi di eventuali abusi.

Alice Gottani

Fonti normative

Codice Civile, artt. Da 1387 a 1400

Sai cosa si intende quando si parla di procura? Sai che esistono anche diversi tipi di procura? Sai quali sono le ipotesi perché si estingua la procura? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati online. Tre di loro ti invieranno un preventivo gratuitamente, e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.


AvvocatoFlash.it
Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

Richiedi Preventivi Gratis