Come acquisire una marca da bollo digitale

// Attualitá  
# MarcaDaBolloDigitale  

Nell’era informatica, l’introduzione della marca da bollo digitale persegue lo scopo di migliorare il rapporto tra le amministrazioni pubbliche ed i cittadini per le istanze soggette al bollo. Vediamo come funziona.

1. La marca da bollo digitale

L'argomento che tratteremo oggi, riguarda il tema della digitalizzazione e, più precisamente, l’acquisto della marca digitale.

La marca digitale, non è altro che la versione elettronica della classica marca da bollo cartacea, usata per gli atti rivolti alle pubbliche amministrazioni.

Difatti, nell’ottica di dare impulso alla digitalizzazione dei procedimenti amministrativi, volta a semplificare l’apparato burocratico rendendo più veloce ed efficiente il rapporto tra pubblica amministrazione e cittadini, è stato introdotto il servizio @e.bollo, che consente il pagamento dell’imposta di bollo in forma digitale sulle pratiche ed atti, per i quali il versamento è obbligatorio per legge.

Il Servizio @e.bollo consente tramite un sistema dei pagamenti elettronici denominato pagoPA, di versare l’imposta di bollo con modalità telematiche per i documenti rivolti alla pubblica amministrazione.

L’acquisto online, viene effettuato collegandosi al sito istituzionale della pubblica amministrazione interessata, che a seguito dell’identificazione, indirizza il cittadino al sito dell'intermediario, definito Prestatore di Servizi di Pagamento (PSP), convenzionato con l’Agenzia dell’Entrate. Un’altra opzione sarebbe quella di collegarsi direttamente al sito dell’intermediario e, successivamente, inviare telematicamente alla pubblica amministrazione il documento informatico associato alla marca da bollo.

Il primo intermediario abilitato per la composizione e pagamento della marca da bollo digitale è per ora l’Istituto di Pagamento del sistema camerale, tramite cui è possibile acquistare la marca da bollo digitale. Oltre all’istituto in questione, saranno poi abilitati anche istituti bancari e la posta.

2. L’acquisto della marca da bollo digitale

Per l’acquisto della marca da bollo digitale, l’intermediario abilitato predispone un collegamento telematico che consente all’interessato di acquisire il bollo digitale, identificato da un proprio codice, che viene associato al documento da inviare provvisto di bollo alla pubblica amministrazione, corredato da un’impronta che identifica la provenienza del documento dal soggetto richiedente. Al termine, l’interessato, ottiene la ricevuta di pagamento da associare al documento rivolto all’ente pubblico.

È possibile distinguere due diverse modalità per la creazione del bollo in forma digitale:

1) Documenti telematici, rilasciati dalle pubbliche amministrazioni.

In tal caso, l’interessato, che deve acquisire un documento dalla P.A., a cui va applicata la marca da bollo digitale, deve collegarsi al sito dell’amministrazione interessata ed effettuare il login necessario alla sua identificazione, scegliendo fra gli operatori che permettono l’acquisto della marca da bollo digitale il Prestatore di Servizi di Pagamento (PSP),  - per ora, il solo Istituto di Pagamento del sistema camerale -  con cui effettuare l'operazione.

A seguito della scelta, il sistema informatico dell’amministrazione interessata, lo guida al sito dell’intermediario, dove sono disponibili l’impronta del documento ed il costo della marca digitale con il codice identificativo.

Effettuato il pagamento, l’interessato, ottiene la ricevuta di pagamento connessa al documento destinato alla P.A., per poi venire reindirizzato al sito dell’ente per completare le operazioni relative alla presentazione del documento.

2) Documenti in possesso dell’interessato, da inviare alle pubbliche amministrazioni telematicamente

Qualora l’interessato disponga del documento, che va rivolto alla P.A., può collegarsi direttamente al sito dell’intermediario per acquistare la marca da bollo digitale per inviare, all’ente pubblico, il documento informatico connesso alla marca digitale.

Attraverso il sistema telematico previsto dall’intermediario, l’interessato dapprima ottiene un’impronta del documento, scaricando a tal fine, l’applicazione necessaria a creare l’impronta che identificherà il documento da presentare bollato all’ente pubblico.

Tramite l’applicazione, si collega al sito dell’intermediario, inviando a quest’ultimo l’impronta del documento ed il valore della marca da acquistare.

L’intermediario predispone la ricevuta relativa al documento, creando la marca da bollo digitale e provvedendo ad unire il codice che identifica la marca digitale con l’impronta relativa al documento da bollare permettendo quindi all’interessato di ottenerla.

Quest’ultimo provvede al pagamento della marca da bollo digitale e ne effettua il download al fine di inviare telematicamente, all’amministrazione interessata, il documento corredato dall'impronta e dalla marca da bollo stessa.

Vuoi saperne di più sulla marca da bollo digitale? Vuoi avere più informazioni sul processo di acquisto della marca da bollo digitale? Devi inviare alla pubblica amministrazione un documento corredato dalla marca da bollo digitale ma non sai come ottenerla? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati online. Tre di loro ti invieranno un preventivo gratuitamente e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.


AvvocatoFlash.it
Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

Richiedi Preventivi Gratis