Ti inviamo in poche ore preventivi di avvocati specializzati

Raccontaci il tuo caso

Ricevi tre preventivi gratuiti

Scegli l'avvocato per te

Hai bisogno di un Avvocato?

Descrivi il tuo caso

Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

I vantaggi di AvvocatoFlash

+4.000 avvocati in tutta Italia

Solo avvocati qualificati

+12.000 persone assisite nel 2018

Separazione e casa di villeggiatura cointestata: a chi tocca fare le ferie?

Molte coppie nel loro matrimonio decidono di affrontare la spesa di un acquisto di una casa di villeggiatura. Ma come sarà poi gestita la suddetta casa dal momento in cui i coniugi si separano? Vediamolo subito insieme.

< Diritto Civile   # Separazione  

separazione e casa di villeggiatura cointestata approfondimento avvocatoflash

1.Sentenza del Tribunale di Lecce del 21/06/08 n. 211

La questione sottesa alla trattazione della sentenza di cui sopra concerne il problema legato all'utilizzo della casa di villeggiatura per una coppia separata, ove la moglie (non affidataria dei figli e quindi non assegnataria della casa di famiglia) ha preso residenza e impedisce al contempo al marito il completo godimento della stessa durante il periodo estivo.

Al giudice adito quindi è stato posto il problema di stabilire in che modo gli ex coniugi possano godere liberamente dei beni di cui rimangono proprietari: per porre un rimedio alla controversia insorta il giudice ha dovuto prestare molta attenzione alla disciplina regolamentata dall'art. 1102 del c.c. per il quale ciascuno può servirsi della cosa comune purché non impedisca agli altri partecipanti di farne uso.

Infatti, dal momento in cui un bene è sottoposto al regime della comunione dei beni si pone in essere in capo ai titolari non un diritto di proprietà su una porzione del bene, ma un diritto sulla totalità del bene stesso.

È chiaro quindi che, in una siffatta situazione devono essere posti dei limiti all'esercizio del diritto su un determinato bene di comproprietà al fine di evitare che l'esercizio del proprio bene vada a ledere l'esercizio del diritto altrui.

Alla luce di quanto sopra sorge, quindi, la necessità di regolamentare l'uso della cosa comune in modo da consentire a tutti l'effettivo godimento del diritto o del bene di cui risulta essere proprietario.

In un caso come quello oggetto della sentenza del Tribunale di Lecce, non essendo materialmente possibile la divisione materiale del bene, non è rimasta che la possibilità di stabilire dei turni per l'utilizzo della casa al mare per far sì che anche il marito possa avere la possibilità di utilizzarla quando la moglie non è presente.

Naturalmente, tale turnazione viene fatta non solo in favore dell'ex coniuge comproprietario, ma anche in favore dei figli minori che nel caso di specie vivono con il padre: infatti, per mezzo del mancato godimento della casa viene leso anche un loro diritto, anche se il comproprietario è il papà.

2. Quali conseguenze per il mancato godimento del bene?

Abbiamo quindi visto che, dal momento in cui non sia possibile procedere alla divisione del bene una delle soluzioni usate dal nostro ordinamento è quella di predisporre di un utilizzo su turnazione, di modo tale che tutti i comproprietari possano godere effettivamente del loro diritto, senza che sia leso il diritto altrui di godere del bene.

Si suppone quindi che, in relazione al mancato godimento del bene da parte di uno dei comproprietari, colui che invece ha pieno utilizzo del bene si attivi in senso differente per non ledere il diritto dell'altro (in alcuni casi la turnazione non è il metodo più efficace, se non addirittura impossibile da utilizzare).

Uno dei modi è quello di versare al comproprietario che non gode dell'utilizzo del bene un'indennità per il mancato godimento del bene nei limiti del valore della quota di proprietà.

Fonti normative

Sentenza del Tribunale di Lecce del 21/06/08 n. 211

Art. 1102 c.c.

Cass. Civ. sez. II n. 20394

Hai una casa vacanze ma il tuo ex coniuge non ti dà l'opportunità di utilizzarla? Non riesci a metterti d’accordo con il tuo ex coniuge per la turnazione estiva? Hai bisogno di un avvocato esperto in diritto civile? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati online. Tre di loro ti invieranno un preventivo gratuitamente, e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.

Hai bisogno di un Avvocato?

Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

Richiedi Preventivi Gratis