Come contestare una multa dopo 90 giorni dalla notifica?

// Diritto Civile  
# Multe  

Ad ognuno di noi almeno una volta nella vita è capitato di ricevere una multa che risulta essere chiaramente contestabile, sia nel contenuto che nella forma in cui essa ci viene notificata. Andiamo ad analizzare in quale modo e quando una multa può essere contestata.

1. Quali sono le tempistiche per la notifica?

È indubbio che sia preferibile contestare all'automobilista l'avvenuta infrazione del codice della strada, al momento in cui tale infrazione si sia posta in essere: in questo modo, colui che la riceve sarebbe in grado di difendersi immediatamente e più facilmente essendo il fatto appena avvenuto.

Le cose però non sempre si svolgono in questo modo, infatti la legge fornisce alla polizia municipale un termine che si estende fino a 90 giorni successivi all'infrazione per notificare la multa al soggetto che si suppone abbia commesso una violazione. Una volta infruttuosamente trascorsi questi 90 giorni, senza che all'automobilista sia stato notificato alcunché, egli non è più costretto a pagare poiché la multa diventa nulla a tutti gli effetti di legge.

La domanda principale da porsi a questo punto è la seguente: quando inizia a decorrere il termine dei 90 giorni? Il legislatore, in proposito, stabilisce che il termine comincia a decorrere dal giorno dell'accertamento della violazione, ossia dal giorno in cui la violazione è stata commessa. La Cassazione in merito ha cercato, tramite una grande produzione giurisprudenziale, di dare un significato ben preciso al termine “accertamento” e soprattutto alla sua collocazione temporale.

Se è vero che l'accertamento coincide con la data della violazione, è altrettanto vero che esistono dei casi in cui le necessarie indagini devono essere molto più approfondite e quindi il termine decorrerebbe dalla fine delle suddette indagini.

Una simile interpretazione è stata più volte abusata dalle P.A., tanto che i giudici hanno infine stabilito che l'accertamento a cui fare riferimento è solo ed unicamente quello della data in cui la violazione è stata commessa, salvo casi particolarmente complessi e straordinari.

2. Com’è possibile difendersi e in quali casi si può fare ricorso?

Se il cittadino ritiene e vuole dimostrare che la multa gli è stata notificata al di fuori del termine stabilito dalla legge, il ricorso può essere rivolto a due autorità diverse e con tempistiche e costi diversi:

  • il primo tipo di ricorso può essere presentato entro il termine di 60 giorni dalla notifica al prefetto competente e il ricorso è a titolo gratuito. Nel caso in cui questo fosse rigettato, la legge fornisce un altro termine di 60 giorni per fare ricorso al Giudice di Pace, con l'unica differenza però che il Prefetto potrà emettere un'ingiunzione di pagamento pari al doppio della misura;
  • il secondo ricorso può essere presentato direttamente al Giudice di Pace territorialmente competente entro 30 giorni dalla notifica. Per quanto riguarda i costi, dovrà essere versato un contributo unificato rapportato al valore del ricorso (vale a dire al valore in denaro della multa da pagare). Si sottolinei che, in questo caso, è fatta salva la possibilità al soggetto procedente di stare in giudizio senza l'ausilio di un legale se la multa non va oltre i 1100 Euro.

Il Ministero della Giustizia ha negli ultimi anni reso disponibile online un apposito modulo prestampato per permettere al cittadino di fare più agevolmente ricorso.

In questo modo risulta molto più agevole per i cittadini far valere i loro diritti, poiché questo tipo di ricorso viene direttamente elaborato da una piattaforma online a seguito dell'inserimento dei dati in possesso dell'automobilista.

Fonti normative

Cass. Sent. n. 22837/14 del 28.10.2014, artt. n. 196, 201 e 231 C.d.S.

Hai ricevuto una multa oltre il termine di 90 giorni? Vorresti presentare ricorso e hai bisogno di assistenza legale? Necessiti di un servizio che ti metta in contatto con un avvocato specializzato in materia? Esponici il tuo caso, Avvocato Flash, ti metterà in contatto con i migliori avvocati online. Tre di loro ti invieranno un preventivo gratuitamente e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.


AvvocatoFlash.it
Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

Richiedi Preventivi Gratis