Con "LSG” (liquidazioni spese di giustizia) si fa riferimento ai compensi e alle indennità spettanti a soggetti terzi quali i consulenti tecnici, i testimoni o i gestori di servizi telefonici o di noleggio apparati, liquidati dal Giudice presso il quale si svolge il procedimento e messi in pagamento dall'ufficio competente del Funzionario delegato alla spesa.

Come presentare la richiesta online?

Completata l'attività, l'interessato presenta un'istanza di liquidazione o la fattura presso la Cancelleria del giudice che ha conferito l'incarico. Presso gli uffici giudiziari che utilizzano la piattaforma SIAMM - Spese di Giustizia è possibile presentare la richiesta online utilizzando il Sistema Liquidazioni Spese di Giustizia. L’utente per accedere al Sistema Liquidazioni Spese di Giustizia deve autenticarsi tramite SPID o CNS.

Al primo accesso è richiesto all’utente di completare la registrazione con i propri dati anagrafici e fiscali. I dati inseriti con la prima registrazione saranno utilizzabili per le successive richieste. L’utente che deve inviare richieste di liquidazione, al termine della registrazione, accede al sistema e ha la possibilità di usufruire di tre funzionalità: monitoraggio dello stato delle istanze già presentate agli uffici giudiziari; inserimento di un’istanza di liquidazione di spese di giustizia; inserimento di un’istanza di liquidazione dei decreti indicati nel decreto dirigenziale di cui all’articolo 5 sexies, comma 3 bis della legge n. 89/2001 (legge Pinto).

Nella richiesta di pagamento delle spese di giustizia l’utente deve indicare:

  • l’ufficio destinatario;
     
  • il procedimento per il quale ha prestato la propria attività;
     
  • gli importi richiesti comprensivi di spese sostenute;
     
  • indennità spettanti e onorario;
     
  • allegare i documenti richiesti.

Cosa sono e come si fanno le procedure SIAMM?

Lo scopo delle procedure SIAMM (Sistema Informativo dell’Amministrazione) è quello di informatizzare ed uniformare il sistema di liquidazione delle spese della Giustizia. I soggetti che possono avvalersi delle procedure SIAMM sono:

  • gli avvocati;
     
  • i testimoni;
     
  • i consulenti tecnici di ufficio;
     
  • gli operatori di telefonia che collaborano con le segreterie dei pubblici ministeri;
     
  • gli operatori di noleggio apparati che collaborano con le segreterie dei pubblici ministeri.

Prima di procedere alla presentazione della domanda online è necessario verificare se l’ufficio giudiziario da cui ottenere la liquidazione delle spese di giustizia è nell’elenco degli uffici abilitati. Per poter ottenere un’istanza web è indispensabile avere un personal computer collegato a internet e una stampante. È importante avere una casella di Posta Elettronica Certificata in quanto tramite la PEC è possibile convalidare le richieste di liquidazione. Nel caso in cui non si abbia una PEC, l’istanza prodotta dalla procedura dovrà essere stampata e portato in cancelleria in formato cartaceo.

Quali sono i vantaggi

La richiesta online comporta vantaggi, quali:

  • la semplicità di utilizzo tramite pc, collegamento ad una rete internet e possesso di SPID o CNS che saranno necessari e sufficienti per la convalida giuridica della richiesta;
     
  • non doversi recare fisicamente presso l’ufficio giudiziario;
     
  • poter seguire lo stato di lavorazione dell’istanza o della fattura.
Avvocato Celestine Frami
Celestine Frami