Per poter verificare online se sei assunto, puoi utilizzare diversi servizi, tra i quali il sito dell’Anpal (Agenzia Nazionale Politiche Attive per il Lavoro) ed il sito dell’INPS.

verificare online assunzione

1) Dove vedere i contratti di lavoro

In base alla normativa attualmente vigente, hai la possibilità di verificare online se il tuo contratto di lavoro è stato regolarmente registrato o se le clausole ivi riportate sono corrette.

Ti basta accedere al sito dell’INPS, dell’Agenzia delle Entrate o dei centri di impiego di competenza, consultando il modello UNILAV. Se sei stato regolarmente assunto, hai firmato un contratto di lavoro, che riporta tutti i dati ed informazioni relative al rapporto di lavoro stesso, tanto generali quanto più specifiche, come ad esempio le clausole che possono vincolare il datore di lavoro e/o il lavoratore.

2) Come faccio ad avere il mio Unilav

Se vuoi ottenere il tuo UniLav devi semplicemente accedere sul sito della regione o della provincia autonoma di competenza e in cui è stuato il tuo datore di lavoro, presso il quale devi svolgere la tua attività lavorativa. Puoi vedere il tuo UniLav anche attraverso il sito web MY Anpal, al quale puoi accedere con SPID e/o carta d’identità elettronica e prendere visione della tua scheda anagrafica e personale, in cui confluiscono anche i dati comunicati dai datori di lavoro, tramite modello Unilav.

3) Come trovare il posto di lavoro di una persona

Conoscere il posto di lavoro di una persona ti potrebbere essere utile nel caso in cui tu debba recuperare un credito nei suoi confronti. In questi casi non puoi agire autonomamente, ma devi ottenere una specifica autorizzazione dal Tribunale: devi infatti presentare apposita istanza al Giudice per poter accedere alla cosiddetta Anagrafe tributaria, che è un data base dell’Agenzia delle Entrate in cui sono censiti tutti i redditi dei contribuenti italiani, quindi anche quelli derivanti da rapporto di lavoro dipendente. In questo modo puoi sapere dove lavora il debitore.

4) Come vedere gli anni di contributi

L’Estratto conto contributivo è quel documento che elenca tutti i contributi effettuati dal datore di lavoro all’INPS in favore del lavoratore. Riepiloga i versamenti da lavoro suddivisi in base alla gestione alla quale il lavoratore risulta iscritto. Puoi verificare la regolarità dei contributi versati autonomamente o dal tuo datore di lavoro per segnalare eventuali discordanze all'INPS.

Se sei prossimo alla pensione puoi invece richiedere alle sedi INPS l'Estratto conto certificativo che include l’attestazione analitica della posizione assicurativa con valore legale. All’interno del servizio di Estratto conto INPS, puoi trovare i tuoi contributi suddivisi in base alle gestioni alle quali sei iscritto.  Accedendo al sito INPS tramite SPID o carta d’identità elettronica, puoi consultare il tuo estratto conto online attraverso il servizio dedicato, oppure tramite gli enti di patronato e gli intermediari dell’INPS stesso.

L’Estratto conto previdenziale riporta i tuoi dati anagrafici e, riassunti in una tabella, i versamenti previdenziali. Il lavoratore può consultare il proprio Estratto conto online sul sito INPS oppure può richiedere l'estratto conto contributivo tramite gli enti di patronato e altri intermediari dell'Istituto di Previdenza, attraverso i servizi telematici offerti da questi ultimi.

Hai bisogno di un avvocato specializzato in casi di diritto del lavoro? Esponici il tuo caso.
AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati in questo campo. Tre di loro ti invieranno un preventivo, gratuitamente, e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.

Avvocato Elisa Nardocci
Elisa Nardocci

Sono Nardocci Elisa. Mi occupo prevalentemente di diritto civile, in particolar modo di diritto di famiglia (separazioni e divorzi), del lavoro e previdenza. Mi ritengo proattiva, sempre al fianco del cliente ed alla ricerca della solu ...