Ti inviamo in poche ore preventivi di avvocati specializzati

Raccontaci il tuo caso

Ricevi tre preventivi gratuiti

Scegli l'avvocato per te

Hai bisogno di un Avvocato?

Descrivi il tuo caso

Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

I vantaggi di AvvocatoFlash

+4.000 avvocati in tutta Italia

Solo avvocati qualificati

+12.000 persone assisite nel 2018

Cos'è il Licensing?

In base al contratto di licensing, il licenziante (licensor) accorda al licenziatario (licensee) il diritto di utilizzare un brevetto, un marchio, un certo know-how o un elemento fondamentale per la produzione e/o la commercializzazione di un prodotto o un servizio.

< Diritto Civile   # Licensing   # Contratto  

 contratto di licensing approfondimento avvocatoflash

Hai bisogno di un avvocato civilista? Tramite il servizio di AvvocatoFlash, attivo in tutta Italia, potrai trovare un buon avvocato civilista in breve tempo.

1. In che cosa consiste il contratto di Licensing

Il licensing è un contratto che consente la commercializzazione di licenze attinenti: un processo produttivo e/o un prodotto particolare, un marchio o il nome di un prodotto, le tecniche di fabbricazione, le tecnologie, l’assistenza tecnica o di marketing, componenti, ingredienti, materie prime, ecc (le “Conoscenze”).

2. Come funziona il contratto di Licensing

In sostanza, il licensor mette a disposizione le Conoscenze al licensee dietro pagamento di una royalty per l’esclusiva delle stesse, che rappresenta quindi, la vera fonte di guadagno del licensor. La royalty è generalmente calcolata sul valore delle vendite o delle forniture impiegate nella produzione. In questo caso, può anche accadere che il licensor, pur commercializzando una tecnologia importante, non tragga adeguati proventi dalla licenza perché il licensee non si rivela in grado di valorizzare la tecnologia.

L’accordo potrebbe anche prevedere pagamenti misti: abbinamento di royalties con pagamento lump-sum, oppure abbinando alle royalties un pagamento di royalties minime, che garantiscano un reddito minimo indipendente dalla capacità produttiva e di vendita del licensee.

Altra eventualità sono le fees: un compenso orario che viene pagato per la prestazione dell'assistenza tecnica o dell'attività di training del personale del licensee. È anche possibile che il licensee paghi solo un acconto o direttamente un licensing fee all’atto della firma dell’accordo di licensing.

3. Vantaggi e svantaggi del Licensing

Il licensing rappresenta un’importante opportunità per il licensor, perché gli permette di immettere le proprie conoscenze e know-how in mercati dove ancora non sono presenti, senza che sia necessario compiere importanti investimenti strutturali, potendo contare, invece, sulle strutture del licensee.

Per il licensor, il licensing è una leva di marketing per il proprio marchio, perché ne incrementa la notorietà e l’esposizione verso il proprio target di riferimento.

Attraverso il contratto di licensing, il licensor può andare incontro ad alti rischi concorrenziali, nel senso che al termine del contratto con il licensee, quest’ultimo potrebbe aver acquisito sufficienti conoscenze da poter fare a meno di ricorrere ad un altro contratto di questo genere e porsi, lui stesso, direttamente sul mercato come diretto concorretene del lincesor. Per evitare ciò, il licensor dovrebbe mantenere sempre un grado di sviluppo e innovazione nel settore di riferimento di modo che gli altri soggetti economici concorrenti siano costretti ancora ad aver bisogno di avvalersi dei suoi brevetti e innovazioni attraverso altri contratti di questo genere.

4. I diversi tipi di Licensing

  1. Licensing-in. È il tipo di licensing con il quale l’impresa acquisisce dall’esterno le Conoscenze necessarie al proprio business;
  2. Cross-Licensing. Ci si trova nella situazione in cui un’impresa possiede già le conoscenze al proprio interno, ma non le può utilizzare nell'attività produttiva perché l'uso è impedito dall'esistenza di un brevetto di terzi. In questo caso, le due imprese concorrenti concedono reciprocamente le licenze per evitare conflitti brevettuali. Ex. se l'impresa A possiede 500 brevetti e l'impresa B ne possiede 1000, ciascuna impresa concede all'altra la licenza sui propri brevetti in modo che non si debba più temere di violare i diritti di proprietà industriale altrui; salvo, ovviamente, che l’impresa che concede più brevetti abbai diritto ad una royalty;
  3. Licensing-Out. Il "licensing in uscita" consiste nella concessione di licenze di brevetto e/o di Know-how allo scopo di procurare all'impresa un reddito aggiuntivo, che integra il reddito derivante dalla fabbricazione e dalla vendita dei prodotti. Si può ipotizzare che l’impresa non è in grado di sostenere direttamente investimenti importanti e quindi ricorra al licensing per far fruttare le proprie Conoscenze sul settore.

Edoardo Pompei

In che forma deve essere concluso il contratto di licensing? Al termine del contratto, il licensee potrebbe vedersi limitato nell’utilizzo delle conoscenze che ha acquisito? Quali tutele sono previste per il contraente più debole? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati online. Tre di loro ti invieranno un preventivo gratuitamente, e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.


AvvocatoFlash.it

Hai bisogno di un Avvocato?

Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

Richiedi Preventivi Gratis