Avv. Vittorio Amedeo Marinelli

Contatta

Iscritto all' albo avvocati di ROMA

Anno d'iscrizione 1997

PROVINCIA OPERATIVA
Roma

Prima Consulta

€ 70 per /h

SPECIALIZZAZIONI

Chi é Avv. Vittorio Amedeo Marinelli

CURRICULUM IN 10 RIGHE L'Avvocato Vittorio A. Marinelli è cassazionista, svolge la professione fin dal 1994, si è perfezionato nel 1994 in Scienze Amministrative e nel 1995 in Diritto della Responsabilità civile perseguendo sempre, nel suo percorso, la tutela dei Diritti. Ha fatto parte dell’Ufficio Legale Nazionale del CODACONS, patrocinando cause di rilevanza nazionale, ampiamente pubblicizzate; è divenuto il Responsabile del Dipartimento Assicurazioni della medesima associazione ed è stato nominato dal Ministero delle Attività Produttive, con Deliberazione n. 27/01 del 12 settembre 2001, componente del Comitato Ristretto sull’RC Auto. Ha preso parte a numerose trasmissioni televisive nazionali e a molteplici convegni. Nel 2000, è divenuto Vicepresidente e legale rappresentante del medesimo CODACONS. Nel 2001, ha fondato EUROPEAN CONSUMERS. Ha collaborato con il Comitato Antiplagio, al Telefono Antiplagio per l’assistenza alle vittime di maghi, chiromanti e ciarlatani ed è stato vice presidente del CM COORDINAMENTO MOTOCICLISTI. Collabora tutt’ora con molte associazioni di difesa dei Diritti e di salvaguardia dell’Ambiente oltre che dare assistenza ai suoi numerosi assistiti. CURRICULUM ESTESO L'Avvocato Vittorio A. Marinelli è cassazionista e svolge la professione fin dal 1994. Lo studio è a Roma nel Quartiere Portuense, ben servito dai mezzi pubblici, con facile parcheggio. Opera in tutta Italia ed è formato da 7 Avvocati, 2 Periti e un Medico Specialista. L'Avvocato Marinelli ha svolto dal 1991 al 1993 il servizio di leva quale Ufficiale di complemento nell’Arma del Genio quale addetto al minuto mantenimento nel più grande stabilimento militare d’Italia nella difficile realtà di Nola (NA) congedandosi con la valutazione di eccellente. Ha conseguito nel 1993 la Laurea in Giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma dove ha frequentato il Corso di perfezionamento di durata annuale in Scienze Amministrative e il corso di perfezionamento in Diritto della Responsabilità civile e diritto dei Consumatori, presso la medesima Università La Sapienza. Ha superato le prove scritte per l’esame d’avvocato presso la Corte d’Appello di Roma, con la votazione, relativamente alta, di 35, 30 e 35 e la prova orale al preappello. Ha denunciato all’Antitrust la disparità di trattamento tra le diverse sedi d’esame in seguito alla cui denuncia, è stata presentata un’interrogazione parlamentare . Simultaneamente alla pratica legale, ha iniziato a svolgere volontariato presso l’Ufficio Legale Nazionale del CODACONS, patrocinando cause di rilevanza nazionale, ampiamente pubblicizzate, quali: - la contestazione per le multe elevate per mancata obliterazione dei biglietti FS all’indomani dell’introduzione della nuova modalità; - la denuncia per truffa nei confronti delle FS per le postazioni di biglietteria self service non indicanti l’obbligatorietà della prenotazione; - le truffe per i telegiochi a premi;- la censura per opere cinematografiche, difendendo innanzi al TAR il film “Totò che visse due volte”; - il mancato inserimento dei profilattici, unico mezzo di profilassi valido contro l’AIDS, nel prontuario medico nazionale, denunciando penalmente l’allora Ministro della Salute Rosy Bindi; - il trattamento di dati personali in modo illecito da parte dell’Arma dei Carabinieri, diffidando la suddetta Arma dal detto trattamento e obbligando il varo di un apposito Decreto; - la conservazione in modo illegale dei campioni dei farmaci, imponendo l’obbligo del frigorifero, con un danno stimato, allora, in circa 40 miliardi delle vecchie lire; - la trasformazione della Fondazione Bordoni, Ente autonomo di lotta all’elettrosmog divenuto, ora, controllato dai gestori di telefonia mobile; - l’esposto nei confronti del Tribunale di Torino, che ha ritenuto essere gli Avvocati la causa del disservizio della Giustizia; - lo scandalo dei numeri di telefono errati degli ispettorati sinistri delle compagnie di assicurazioni; - l’azione di responsabilità nei confronti degli amministratori dell’ENI. E’ divenuto il Responsabile del Dipartimento Assicurazioni del medesimo sodalizio, contestando duramente le politiche dell’ANIA finalizzate a ridurre i risarcimenti alle vittime della strada, intervenendo molteplici volte in trasmissioni televisive su Reti nazionali. E’ stato nominato dal Ministero delle Attività Produttive, con Deliberazione n. 27/01 del 12 settembre 2001, componente del Comitato Ristretto sull’RC Auto, dopo aver fatto parte del gruppo di lavoro che ha portato alla creazione del Protocollo d’intesa con l’ANIA ed aver collaborato alla stesura della Legge 5 marzo 2001, n. 57, proponendo, in tale ambito, tra le varie, lo scarico sistematico su internet dei profili tariffari e la possibilità di accedere ai dati delle compagnie di assicurazioni in favore dei danneggiati. Ha partecipato, sempre quale responsabile CODACONS, a diverse riunioni consultive della Commissione X della Camera dei Deputati, fornendo inoltre diversi contributi per la stesura di Progetti di Legge, soprattutto per quanto concernente i biocombustibili, sponsorizzando l’olio di colza. Si è occupato, per il medesimo sodalizio, della riforma delle libere professioni . E’ divenuto Responsabile del Dipartimento Relazioni e Convegni per cui ha svolto un imponente opera convegnistica in tutta Italia, rilasciando molteplici interviste. Nel 2000, è stato nominato Vicepresidente, nonché legale rappresentante del CODACONS firmando alcune delle denunce più importanti del sodalizio, tra le quali molteplici per l’abbattimento dei ripetitori telefonici e televisivi. Per questo motivo, è stato invitato dal Gruppo Verde al Parlamento Europeo a far parte di una rete di Avvocati impegnati nella lotta all’Elettrosmog. In questo settore, ha collaborato e continua a collaborare con il Comitato Elettrosmog di Volturino (FG), avendo predisposto alcune denunce penali. E’ uscito dal CODACONS in quanto in disaccordo con gli accordi presi con le compagnie di Assicurazioni in tema di conciliazione rendendo pubblico il proprio pensiero in occasione di un incontro tenutosi presso una sede parlamentare, in favore delle associazioni dei familiari delle vittime della strada. E’ stato denunciato penalmente dal medesimo CODACON due volte per diffamazione, risultando, tuttavia, all’esito dei relativi procedimenti, assolto con formula piena. Uscito dal CODACONS, ha formato, nel 2001, EUROPEAN CONSUMERS, associazione, rete e federazione di persone e associazioni aventi interessi riconducibili alla tutela dei consumatori in senso ampio nonché alla salvaguardia di ambiente e di diritti civili e della quale è ora Vicepresidente. EUROPEAN CONSUMERS ha divulgato, anche con numerosi convegni, il tema delle Free Energy e ha collaborato con l’Associazione Zero gas organizzando l’incontro di Roma di detta realtà. EUROPEAN CONSUMERS ha collaborato con il Comitato Antiplagio, al Telefono Antiplagio per l’assistenza alle vittime di maghi, chiromanti e ciarlatani, con un’eco di portata nazionali. E’ stato intervistato dall reti televisive RAI, MEDIASET e LA7. Il Telefono Antiplagio si occupa anche di lotta alle ludopatie ed è autore di numerose denunce. EUROPEAN CONSUMERS, inoltre, divulga notizie e iniziative relative a: alimentazione vegetariana; lotta contro l’elettrosmog e salvaguardia ambientale; ecocombustibili; lotta al sistema bancario e allo strapotere delle assicurazioni; controeconomia; libertà di pensiero e copyleft; mobilità ecosostenibile e motociclismo; tabagismo; salute e medicina alternativa. Tra i soci fondatori, l’Avv. Domenico De Simone, tra i primi a parlare in Italia del reddito di cittadinanza. Il sodalizio, ha ottenuto una condanna per € 150.000 nei confronti di SKY per pratiche commerciali scorrette. Tra le varie denunce, va richiamata quella all’On.le Alessandra Mussolini per incitamento all’odio raziale. Particolare importanza rivestiva poi la rassegna quotidiana relativa ai problemi connessi all’uso di alcool, probabilmente tra le più importanti in Italia in siffatta maniera, svolta in modo del tutto gratuito. E’ stato attivista dell’ADRI, ASSOCIAZIONE DUE RUOTE D’ITALIA, per conto della quale ha organizzato, in anticipo sui tempi, 4 raccolte di firme per consentire il trasporto delle biciclette nelle metropolitane e il trasporto del passeggero sui ciclomotori di nuova concezione, ambedue provvedimenti adottati successivamente. Ha proposto, inoltre, la raccolta di firme per il transito sulle corsie preferenziali di ciclomotori e motocicli e ha partecipato, con pochi risultati, al piano dei parcheggi del comune di Roma per i mezzi a due ruote. E’ stato vice presidente del CM COORDINAMENTO MOTOCICLISTI, Associazione per la quale ha patrocinato il ricorso per cassazione contro l’equiparazione dei pedaggi delle moto alle automobili. E’ stato componente della Consulta Nazionale sulla Sicurezza Stradale sulla Sicurezza Stradale presso il CNEL, presso cui ha proposto un contributo statale in funzione dell’indice di visibilità delle carrozzerie, proposta fatta propria dalle altre associazioni ma mai adottata. Ha collaborato con la FONDAZIONE LUIGI GUCCIONE, FAMILIARI VITTIME DELLA STRADA nonché con FISICO. E’ stato nominato componente della Commissione taxi del comune di Roma per conto del CRUC LAZIO COMITATO REGIONALE UTENTI E CONSUMATORI, con successive proteste di alcune sigle sindacali dei tassisti e in seguito a ricorso al TAR di due associazioni dei consumatori, CODACONS e CODICI, con le quali l’esponente aveva collaborato, tale nomina è decaduta. Ha dato assistenza legale alle vittime di usura, collaborando col Telefono Antiusura e con l’AIRP ASSOCIAZIONE ITALIANA RIABILITAZIONE PROTESTATI. Si occupa, a livello professionale, di lotta all’usura bancaria e alle altre anomalie bancarie. In occasione del proprio matrimonio, ha denunciato l’allora sindaco di Roma, Walter VELTRONI, per aver mortificato il matrimonio civile per favorire quello concordatario. Ha elaborato una completa proposta di legge per la parificazione dei luoghi artistici alla casa comunale, onde poter sviluppare tale turismo, anche a livello internazionale. In seguito a un diverbio all’aeroporto di Ciampino con la polizia aeroportuale, ha denunciato penalmente gli agenti così come ha denunciato penalmente il disservizio delle cancellerie del Tribunale di Roma nonché l’operato di un giudice. Ha pendente innanzi alla Corte dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo un ricorso contro i limiti deontologici in tema di manifestazione del pensiero gravanti sugli esercenti la professione forense. E’ stato componente dell’Osservatorio sulla Giustizia del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma, organo che si occupa anche dei rapporti con le istituzioni parlamentari. E’ membro del comitato scientifico dell’Accademia Forense nella quale si occupa di diritto dei consumatori. E’ stato tre volte delegato al Congresso Nazionale Forense per conto dell’Ordine degli Avvocati di Roma. Ha svolto diversi convegni in ambito giuridico come relatore, tra i quali numerosi in tema di deontologia forense. Ha svolto numerosi convegni per conto dell’Associazione Giordano Bruno sulla laicità dello Stato. Ha svolto lezioni di antincendio boschivo con l’Associazione Ambientalista OIKOS denunciando penalmente l’allora Assessore all’ambiente della Regione Lazio per disastro colposo, avendo ritardato l’approvazione dei piani Antincendi boschivi. E’ pendente innanzi alla Corte d’Appello di Genova l’appello avverso la sentenza del Tribunale penale di Savona del 4 marzo 2016 con la quale è stato condannato in seguito alla denuncia penale presentata da Antonio Ricci e nonostante sia la richiesta di archiviazione chee di assoluzione del PM. Tale querela per aver denunciato, nel corso di una trasmissione televisiva su RAI2, quale portavoce del TELEFONO ANTIPLAGIO, il disinteresse della trasmissione Striscia la notizia, nei confronti dei maghi pubblicizzati da MEDIAVIDEO, di proprietà del Gruppo RTI. La frase ritenuta diffamatoria è la seguente: “Striscia la notizia ha denunciato il Panunzio: se il Prof. Ricci volesse ritirare la querela e i 20.000 euro che stanno dissanguando il Panunzio” in quanto i 46.000 euro, e non 20.000, sono susseguenti a un’azione civile del proprietario del sito di Striscia la notizia, che è Piersilvio Berlusconi, e non a una delle 9 e più denunce penali del Prof. Antonio Ricci nei confronti del Prof. Giovanni Panunzio. In seguito a questo episodio, ha denunciato penalmente tutti settimanali d’Italia pubblicizzanti maghi, chiromanti e ciarlatani, nonché il medesimo MEDIAVIDEO e il TELEVIDEO. Ha denunciato penalmente la Presidente della Camera Laura BOLDRINI per le sue esternazioni relative alle caratteristiche di potenziali stupratori dei soggetti accendenti al sito del Movimento 5 Stelle. Si è incatenato davanti alla RAI chiedendo la rotazione dei dirigenti del Comune di Roma e denunciato alcuni episodi. Si è sempre attivato in tematiche e in associazioni di volontariato, iniziando dai 14 anni ad attivarsi presso l’ASSTRAI-ASSOCIAZIONE SALVAGUARDIA E SVILUPPO TEVERE, TASIMENO E ALTRE ACQUE INTERNE, Associazione di protezione ambientale, fondata nel 1976 dal padre, Prof. Marinello Maria MARINELLI per contribuire allo sviluppo del turismo eco-compatibile ed alla salvaguardia delle risorse idriche interne. Tra i maggiori successi dell’ASSTRAI, la proposta, accettata nel 1976 dal Governo italiano e dalle Poste, di creare la serie di francobolli con immagini di laghi e fiumi che ha sostituito l'Italia Turrita ed è stata stampata in milioni di esemplari. E’ stato, per un breve periodo, Direttore presso Osservatorio Europeo sulla Legalità e la questione Morale, associazione fondata da Antonio DI PIETRO. E’ stato componente presso Consulta Nazionale sulla Sicurezza Stradale sulla Sicurezza Stradale presso il CNEL nonché Vicepresidente di ASSOCONSUMATORI. E’ stato componente del direttivo della DIT - Discesa Internazionale del Tevere in canoa. E’ stato Delegato Regionale Lazio dell’Onav, Organizzazione nazionale assaggiatori di vino e socio fondatore dell’UMAO Unione mediterranea assaggiatori olio.

Abbiamo chiesto all' Avv. Vittorio Amedeo Marinelli di rispondere a qualche domanda

Mi sono sempre occupato di difesa dell'Ambiente perché mio padre, il Prof. Marinelli Marinelli, nell'ormai lontano 1976 fondò un'associazione, l'ASSTRAI, che si occupava della salvaguardia e della protezione del Tevere e del Lago Trasimeno. Ho, quindi, finite le superiori, fatto all'Università il primo anno di Sociologia, facoltà che mi piaceva molto della quale, però, mi rendevo conto dei limiti nel senso che permetteva di comprendere i meccanismi sociali ma non mi dava gli strumenti per agire su questi. Per questo ho deciso, al secondo anno, di passare a Giurisprudenza perché, come Avvocato, avrei avuto la possibilità di combattere contro le ingiustizie e per la tutela dei Diritt. Poi la cosa è stata un po' diversa perché, purtroppo, in Italia la Giustizia non funziona bene, anzi, non funziona bene. Però, qualche soddisfazione l'ho presa e contiuno a prenderla!

Spirito battagliero e senso dell'opportunità, nel senso: saper cogliere gli aspetti più deboli della controparte. Solidarietà con le istanze degli Assistiti. Amore per lo studio e per la professione

E' un momento economico difficile per molti. Ogni caso è diverso dall'altro per cui, a seconda

Hai Bisogno di un Avvocato Specializzato?
justice hammer court
Avvocato restituzione patente sospesa alcol

Ti aiutiamo a trovare il miglior Avvocato per restituzione patente sospesa per alcol

justice hammer court
Avvocato per reato di Droga

Ti aiutiamo a trovare il miglior Avvocato in reati di Droga

justice hammer court
Avvocato per Omicidio

Ti aiutiamo a trovare il miglior Avvocato per casi di omicidio

justice hammer court
Avvocato Online

Ti aiutiamo a trovare il Miglior Avvocato Online

justice hammer court
Avvocato per Consulenza On-line

Ti troviamo i migliori Avvocati per una Consulenza On-line

justice hammer court
Assistenza legale per accusa di fatture false

Avvocato tributarista per fatture false

Richiedi Preventivi Gratis