Ti inviamo in poche ore preventivi di avvocati specializzati

Raccontaci il tuo caso

Ricevi tre preventivi gratuiti

Scegli l'avvocato per te

Ti aiutiamo a trovare un Avvocato per casi di Mobbing a Cesano Maderno

Descrivi il tuo caso

Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

I vantaggi di AvvocatoFlash

+4.000 avvocati in tutta Italia

Solo avvocati qualificati

+12.000 persone assisite nel 2018

Cosa dicono i nostri Clienti

Rossella Daverio

Tre avvocati esperti in diritto del lavoro mi han contattato rapidamente. Ho scelto un ottimo avvocato che mi ha aiutato nel mio caso.

    4.7/5
Maria Chiara Portolano

Per un caso di mobbing sul posto di lavoro ho trovato un avvocato esparto e specializzato che faceva al caso mio. Un servizio molto buono.

    4.5/5
Giacinta Chimenti

L'avvocato che ho trovato mi ha aiutato in una causa di licenziamento, senza chiedermi cifre esorbitanti. Sono molto soddisfatto per il risultato.

    5/5

Avvocato per Mobbing a Cesano Maderno

Negli ultimi anni sono aumentati sensibilmente i lavoratori che denunciano di essere stati vittime di “mobbing”. Se questa parola era fino a poco tempo fa pressoché sconosciuta, oggi riempie invece le pagine di libri, manuali e riviste, oltre ai fascicoli dei magistrati nei Tribunali.

Con il termine mobbing ci si riferisce ad un fenomeno che si verifica (per lo più in ambito lavorativo, ma non solo) allorquando un lavoratore subisce violenze psicologiche protratte per un certo lasso di tempo ad opera di altri lavoratori. I comportamenti potenzialmente “mobbizzanti” non sono codificati e possono sostanziarsi quindi in diversi fatti: screditare la vittima agli occhi degli altri colleghi, limitarne le possibilità lavorative, non rivolgerle la parola, allontanarla dai colleghi, etc. Si parla di mobbing orizzontale nel caso in cui le vessazioni e gli atteggiamenti persecutori vengano da parte di colleghi, di mobbing verticale invece quando l’autore dei comportamenti è il capo o comunque un “superiore”.

Perché si abbia mobbing sul lavoro, quindi, non è tanto importante verificare precisamente quali siano gli atteggiamenti negativi a danno della vittima, ma è necessario valutare che gli stessi abbiano tre caratteristiche:

  1. Devono essere protratti per un determinato lasso di tempo (un singolo episodio non può essere definito “mobbing”);
  2. Devono avere la finalità di perseguitare, vessare, mortificare il lavoratore;
  3. Devono causare un danno alla vittima (si pensi allo stress fisico, ai danni morali o, ad esempio, al danno patrimoniale rappresentato da una mancata promozione).

Credi di essere vittima di mobbing sul lavoro? Sei isolato dagli altri lavoratori o dal tuo capo? Senti di essere trattato peggio dei tuoi colleghi?

I casi in cui i lavoratori vengono maltrattati sul posto di lavoro sono in aumento e per sapere bene come difendersi dal mobbing è indispensabile rivolgersi ad un avvocato specializzato in questa materia.

AvvocatoFlash è la piattaforma che ti consente di trovare l’avvocato giusto per te. Il tema del mobbing è molto complesso e occorre scegliere bene il professionista cui rivolgersi.

Nel sistema penale italiano non esistono leggi finalizzate a punire il mobbing come fenomeno criminale. Ciononostante, di recente la Corte di Cassazione ha più volte affermato la possibilità di dichiarare il mobbing reato. Non esistendo una norma specifica, perché abbiano rilevanza penale le condotte mobbizzanti vengono ricondotte ad altri tipi di delitti, come ad esempio l’abuso di ufficio, i maltrattamenti, la violenza privata, l’ingiuria, etc.

Il termine mobbing ha iniziato ad assumere rilevanza anche tra le mura domestiche. Si parla di mobbing familiare nei casi in cui uno dei due coniugi metta in atto comportamenti finalizzati a delegittimare l’altro. È una situazione ricorrente soprattutto nelle coppie separate: capita spesso che i genitori, al fine di ingraziarsi i figli (in una competizione poco proficua per tutti), tendano a screditarsi reciprocamente.

Le competenze che un avvocato deve avere per affrontare un caso di mobbing devono quindi essere varie ed approfondite e non è facile individuare il professionista adatto sul mercato. AvvocatoFlash risolve questo problema, selezionando i professionisti più idonei in relazione al singolo caso presentato dal cliente.

Occorre sapere, anzitutto, in caso di mobbing cosa fare per tutelare la propria posizione. Il primo consiglio è, nel momento in cui si decide di reagire ai soprusi subìti, di conservarne le testimonianze. Se, ad esempio, il capo comunica al lavoratore che non può fare una vacanza aziendale cui aveva invece diritto, è bene che il dipendente conservi l’e-mail nella quale viene data questa comunicazione. È consigliabile, allo stesso tempo, nel caso in cui al mobbing siano conseguite situazioni patologiche (insonnia, attacchi di panico, etc) recarsi presso una struttura sanitaria pubblica ed ottenere dei certificati in grado di attestare che tali patologie sono causate dalla problematica situazione sul posto di lavoro.

Non essendo un reato vero e proprio, non è possibile fare una denuncia per mobbing. Occorre rivolgersi al Tribunale del Lavoro per ottenere l’accertamento della sussistenza del mobbing ed il conseguente risarcimento danni. Dimostrare in giudizio l’esistenza del mobbing, tuttavia, non è facile. È necessario offrire al Giudice la prova di tanti elementi e solo un avvocato molto preparato può affrontare l’impresa in modo vincente.

Con AvvocatoFlash potrai trovare l’avvocato che fa al caso tuo! Se sei stato vittima di mobbing o hai subìto delle ingiustizie sul posto di lavoro, descrivici la tua situazione.

AvvocatoFlash ti invierà, gratis e senza impegno, tre preventivi di avvocati specializzati nel tuo problema. Una volta ricevute le proposte, potrai scegliere l’offerta più consona al tuo caso e farti assistere dal legale migliore per la situazione da affrontare.

Richiedi Preventivi Gratis