Quando è possibile contestare un licenziamento illegittimo?

Il licenziamento è la più grave forma di sanzione che possa essere applicata ad un lavoratore e la sua applicazione estingue il rapporto di lavoro tra datore e lavoratore. In questa sede faremo luce su quando possa essere contestato un licenziamento illegittimo.

Quando un dipendente può richiedere il risarcimento per un licenziamento ingiusto?

Purtroppo, i casi in cui il licenziamento viene intimato senza giusta causa o giustificato motivo, non sono affatto rari. È chiaro che, a fronte di queste spiacevoli evenienze, l’ordinamento si sia premurato di sviluppare una tutela risarcitoria applicabile a coloro che hanno subito un danno da licenziamento illegittimo. Vediamo quando e in che modo un lavoratore dipendente può richiedere i danni al suo ex datore di lavoro.

Come si impugna un licenziamento?

Negli ultimi anni sono molti gli imprenditori che, pur di non chiudere i battenti, licenziano i propri dipendenti senza motivo o preferiscono esternalizzare in luoghi dove la manodopera ha costi bassissimi.

Licenziamento senza giusta causa: come reagire?

Considerato il periodo di crisi che stiamo vivendo, sono molti gli imprenditori che, pur di non chiudere i battenti, licenziano i propri dipendenti senza motivo. E allora cosa possono fare i lavoratori per non finire in mezzo alla strada con le loro famiglie?