Niente assegno divorzile all’ex coniuge che non vuole trovare lavoro

Non si ferma il trambusto creato dalle due sentenze di Cassazione (la 11054/2017 e la 18287/2018) riguardanti i motivi che possono provocare la mancata corresponsione di un assegno divorzile.

Cosa cambia con la nuova legge sul divorzio?

Le Sezioni Unite della Cassazione hanno apportato alcune modifiche all’assegno divorzile, riconoscendone una funzione non solo assistenziale ma anche compensativa delle privazioni economiche e professionali effettuate in ragione del matrimonio.

Quando si perde il diritto all'assegno di mantenimento?

In presenza di specifiche circostanze è possibile affidarsi all’autorità giudiziaria, al fine di ottenere una pronuncia che disponga la revoca dell’assegno di mantenimento. Vediamo quali sono le ipotesi applicative.

Divorzio: cosa succede quando i redditi dei coniugi sono sproporzionati?

La disciplina dell’assegno di divorzio ha subito un notevole mutamento, abbandonando il parametro del tenore di vita preferendo l'indipendenza economica degli ex-coniugi in un’ottica volta a realizzare la propria personalità nella nuova dimensione di vita. Vediamone i dettagli.

Cosa accade quando la ex moglie percepisce una somma una tantum al posto dell'assegno divorzile?

Ecco come funziona l'assegno divorzile percepito in un'unica soluzione.