Ti inviamo in poche ore preventivi di avvocati specializzati

Raccontaci il tuo caso

Ricevi tre preventivi gratuiti

Scegli l'avvocato per te

Hai bisogno di un Avvocato?

Descrivi il tuo caso

Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

I vantaggi di AvvocatoFlash

+4.000 avvocati in tutta Italia

Solo avvocati qualificati

+12.000 persone assisite nel 2018

Tasse e imposte, qual è la differenza?

I termini “tassa” e “imposta” nel linguaggio ordinario vengono utilizzati indistintamente, come se fossero sinonimi. In realtà non lo sono e hanno definizioni e caratteristiche distinte.

< Diritto Tributario e Fiscale   # Tasse&Imposte   # Tributi  

tasse e imposte approfondimento avvocatoflash

Hai bisogno di un avvocato tributarista? Tramite il servizio di AvvocatoFlash, attivo in tutta Italia, potrai trovare un buon avvocato tributarista in breve tempo.

1. Definiamo le tasse e le imposte

Nell’ordinamento giuridico italiano non esiste una definizione legislativa dell’imposta o della tassa. Sono entrambi termini tecnici che rientrano nella definizione di tributo.

Il tributo:

  • comporta il sorgere di una obbligazione;
  • è un’entrata imposta coattivamente;
  • viene generato da un fatto economico;
  • il suo gettito è destinato a finanziare lo Stato o altri enti pubblici.

Quindi il tributo comprende le imposte, le tasse e i contributi. Sia le tasse che le imposte rappresentano somme da versare all’Erario. La distinzione tra tasse e imposte ha alla base il collegamento tra le entrate e il tipo di spese che vanno a finanziare.

Le tasse:

  • sono una prestazione patrimoniale dovuta in relazione all'espletamento di un servizio svolto su richiesta del contribuente;
  • sono legate ad una prestazione;
  • finanziano servizi identificabili.

Le imposte:

  • rappresentano un prelievo coattivo;
  • non sono connesse a prestazioni specifiche e quindi non è possibile rintracciarle;
  • finanziano servizi generali che sono a carico dello Stato.

1.1 Cos’è la tassa

La tassa è la somma pagata dal contribuente allo Stato o ad un ente per una prestazione o un servizio a suo favore. Il contribuente può decidere se avvalersi o meno di tali servizi in quanto non è obbligato. Il pagamento delle tasse è rivolto a sostenere il costo delle spese divisibili, cioè spese per le quali è determinabile il servizio erogato al contribuente.

Un esempio di tasse, sono: la tassa per la raccolta dei rifiuti, la tassa sull’occupazione di suolo pubblico, le tasse scolastiche e universitarie in cui è possibile determinare per quale servizio è stato effettuato il pagamento.

Quindi, le tasse non dipendono dal reddito o dal costo della prestazione offerta ma sono utilizzate per realizzare opere e fornire servizi utili ai contribuenti. Nella sanità pubblica, per esempio, per ricevere il sevizio dell’assistenza sanitaria viene richiesto un pagamento, il c.d. ticket.

Per quanto riguarda le tasse e la proprietà dei beni pubblici può sorgere il dubbio su chi abbia il diritto a incassare il prezzo dei servizi pagati con le tasse. Ma, in relazione alle opere pubbliche e ai servizi pagati con le tasse, il cui onere finanziario è sostenuto dai cittadini, la proprietà ricade in capo allo Stato, rappresentante dei contribuenti.

Infine, le tasse non vanno confuse con le tariffe. Le tariffe sono somme in denaro che vengono versate dall'utente per l’uso di determinati servizi pubblici quali il servizio telefonico, le forniture di gas, luce e acqua. In tali casi, infatti, si è di fronte a corrispettivi di natura contrattuale, mentre la tassa è un tributo che viene stabilito dalla legge.

1.2 Cos’è l’imposta

L’imposta invece, è un prelievo coattivo, cioè obbligatorio, fatto al contribuente dallo Stato o dagli enti pubblici in base alla sua capacità contributiva, quindi non è connessa alla prestazione di un servizio. L'articolo 53 della Costituzione stabilisce infatti, che i cittadini sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in base alla loro capacità contributiva, ovvero in base al proprio patrimonio, reddito e consumo.

Le imposte sono riferite a spese indivisibili in quanto il prelievo non fornisce prestazioni indirizzate direttamente a dei singoli, ma concorre all’erogazione di servizi rivolti alla collettività e alla totalità dei cittadini.

Le imposte possono essere dirette o indirette.

Sono dirette le imposte che vanno a colpire il guadagno del contribuente o la somma di cui ha disponibilità in un determinato tempo. Un esempio di imposte dirette sono: l’IRES, l’IRPEF e l’IRAP. Sono imposte indirette quelle che colpiscono una ricchezza nel momento in cui viene spesa o trasferita o consumata. Un esempio di imposte indirette sono: l’imposta di registro, l’IVA, le accise, l’imposta di bollo, l’imposta ipotecaria, l’imposta catastale e l’imposta sulle successioni.

2. Imposte e tasse: differenza rispetto ai contributi

I contributi, come le tasse e le imposte, rientrano nella classificazione del tributo. È denominato contributo o anche tributo speciale quel tipo di tributo che ha come presupposto l’arricchimento che determinati soggetti traggono dall’esecuzione di un’opera pubblica destinata alla collettività. Inoltre, sono denominati contributi anche le prestazioni dovute per il funzionamento di enti (es. consorzi; associazioni, ecc.)

Più semplicemente è possibile affermare che i contributi sono degli ibridi tra le imposte e le tasse. Questo perché, il contributo, anche se è volto a finanziare un servizio specifico così come le tasse, è un prelievo coattivo come l’imposta. I contributi, inoltre, come le imposte, vengono calcolati sulla base del guadagno e della contribuzione e si possono dividere in assistenziali (versati all’INAIL o all’INPS) e previdenziali (versati all’INPDAP o all’INPS).

Martina Rapone

Fonti Normative

Art. 53 Costituzione

Compendio di Diritto Tributario, Francesco Tesauro, Utet Giuridica, 2018.

Stai cercando di capire cos’è un tributo? Non hai chiara la definizione di imposta e di tassa? Hai dei dubbi sulla differenza tra imposte, tasse e contributi? Esponici il tuo caso. AvvocatoFlash ti metterà in contatto con i migliori avvocati online. Tre di loro ti invieranno un preventivo gratuitamente, e sarai tu a scegliere a chi affidare il tuo caso.


AvvocatoFlash.it

Hai bisogno di un Avvocato?

Accetta i Termini e le Condizioni del servizio e l'informativa sulla privacy di AvvocatoFlash. I vostri dati verranno condivisi solo con gli avvocati che ti offriranno assistenza.

Richiedi Preventivi Gratis